MASSA: AL PUNTO ENEL INAUGURATA LA MOSTRA LA LUCE CHE ATTRAVERSA L'ANIMA , IL TERRITORIO APUANO RACCONTATO PER IMMAGINI E POESIE

Published on giovedì, 19 maggio 2016

È stata inaugurata questo pomeriggio, al Punto Enel di Massa in viale Stazione 40, la mostra “La luce che attraversa l’anima”, rassegna fotografica di Paolo Maggiani. Al taglio del nastro sono intervenuti il vicesindaco di Massa Uilian Berti; il responsabile Enel Mercato Toscana Nicola Polverari; il responsabile Punti Enel della Toscana Carlo Pastorelli; il responsabile Punto Enel Massa Alberto Mangini; il referente affari istituzionali Enel Emiliano Maratea; il responsabile Enel Distribuzione “Zona Massa Lucca” Daniele Federigi; il presidente nucleo Anse Massa (Associazione Seniores Enel) Carlo Ghironi; l’autore della mostra Paolo Maggiani; il professor Guido Taravacci; l’attrice teatrale Lucia Menapace, che ha interpretato le poesie di Roberto Maggiani, collegate alle foto esposte.
La mostra sarà visitabile fino al 31 maggio negli orari di apertura del Punto Enel, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 15:00: nell’esposizione, che si snoda lungo gli accoglienti locali del Punto Enel come un percorso di progressiva e sempre nuova scoperta, la luce dell’energia elettrica di Enel incontra la luce, profonda e intensa, che esce dagli scatti di Paolo Maggiani, fotografo di Carrara molto stimato per la sua capacità di cogliere particolari che sfuggono all’occhio, attraverso inquadrature e prospettive che esaltano le forme e i colori, ma anche e soprattutto i contrasti e le armonie che li caratterizzano tanto da essere conosciuto come il fotografo che “fa ballare la luce”.
Gli scatti di Paolo Maggiani si incontrano e si fondono con le poesie del fratello Roberto Maggiani, poeta e scrittore i cui testi affiancano le foto accompagnando il visitatore in un cammino in cui i colori e la luce delle immagini trovano corrispondenza nella profondità delle parole.
La mostra, che racconta la luce del territorio apuano, si sviluppa lungo un percorso espositivo composto da immagini tratte dalle due serie che caratterizzano la ricerca fatta dall’autore sul territorio locale: “Immaginariamente – Cave Apuane: Vita di Marmo”, in cui l’autore riporta alla luce i dettagli di un mondo più unico che raro, qual è quello delle cave, e “Cielo Indiviso – cielo e mare, acqua e sabbia, riflessi e trame”, con foto del litorale apuane che richiamano riflessi e giochi di luce tra cielo e mare, uniti alle trame formate dall’acqua sulla sabbia della battigia.
Complessivamente, sono esposte 19 opere realizzate in Stampe Fine Art di grande formato, per regalare maggiore suggestione al visitatore. Il catalogo della mostra propone le fotografie abbinate alle poesie.