FIRENZE: ENERGIA, ALL'OPERA GLI SPECIALISTI AD ALTA QUOTA

Published on mercoledì, 16 novembre 2016

Nel capoluogo toscano una delle quattro squadre in Italia, che opereranno con questa modalità innovativa: interventi a 20 metri di altezza su cavi in tensione a 15.000 volt, senza alcuna interruzione del servizio elettrico per cittadini e imprese. Diminuiscono le interruzioni programmate e aumenta l’efficienza del servizio.

Si sono “laureati” in Toscana, presso il Centro di addestramento di Pistoia e-distribuzione (la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica), e ora sono a tutti gli effetti specialisti in grado di lavorare alta quota, a circa 20 metri d’altezza, su linee in tensione a 15.000 volt, senza interrompere il servizio elettrico a cittadini e a imprese.
Si tratta di gruppi di eccellenza, unici in Italia, frutto di anni di esperienza, formazione e addestramento, elementi chiave che oggi consentono a 4 squadre specialistiche, composte ciascuna da 6 operai e da un tecnico, di intervenire su sostegni e conduttori sia per manutenzione sia per riparazione, senza che sia mai interrotta l'erogazione di energia e quindi garantendo una maggiore flessibilità nella gestione degli interventi e delle interruzioni programmate della fornitura elettrica ai clienti.
Una delle quattro squadre presenti in Italia ha sede in Toscana, a Firenze (le altre sono in Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna), ed è composta da specialisti che operano sia in Toscana che in Umbria. Completata la formazione da pochi mesi, la squadra ha già eseguito oltre 40 interventi sul campo tra Toscana e Umbria, consentendo così l’esecuzione di altrettante attività manutentive senza necessità di procedere alla preventiva disalimentazione, seppure programmata, di diverse centinaia di utenze. Ogni squadra di intervento è coordinata da terra dal preposto che dirige le operazioni supervisionando ogni operazione e mantenendosi in costante contatto con i Centri Operativi di Firenze, di Livorno e di Perugia che monitorano e gestiscono la rete in tempo reale. Le squadre sono dotate di dispositivi di protezione individuali e di specifici strumenti che, opportunamente collocati, permettono di operare in totale sicurezza.
“I lavori sotto tensione rappresentano la sintesi di un doppio impegno – sottolinea Raffaele Ruggiero, responsabile e-distribuzione Toscana e Umbria – sia nella formazione e addestramento sia nel miglioramento della qualità del servizio. Negli anni abbiamo costantemente investito nella qualificazione dei nostri operatori, che grazie alla loro competenza ed esperienza, oggi riescono a garantire interventi efficaci svolti in modo sicuro, anche in condizioni non agevoli. Operare sulle linee senza sospendere l'erogazione di energia ci permette di essere molto flessibili e tempestivi e di avere costantemente la rete in assetto ottimale e quindi più resiliente rispetto a problemi di qualunque natura".