E-DISTRIBUZIONE E ANCI: UN PROTOCOLLO PER OPEN METER

Published on sabato, 18 marzo 2017

Avviare un “Tavolo con gli enti locali per Open Meter”: è l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato questa mattina dal Presidente Anci Antonio Decaro e Gianluigi Fioriti, Responsabile infrastrutture e Reti Enel Italia, nel corso dell’Assemblea ANCI giovani a Salerno. Il lavoro congiunto tra Associazione e Azienda intende garantire, grazie al coinvolgimento e al supporto attivo degli Enti Locali, la migliore informazione ai cittadini su tempi e modalità di sostituzione di circa 32 milioni di nuovi contatori sul territorio nazionale. La nuova generazione di misuratori garantirà informazioni ancor più puntuali e precise sui consumi energetici, abilitando servizi innovativi che potranno migliorare la gestione delle esigenze dei clienti, aiutandoli ad ottimizzare i consumi. Queste sono solo alcune delle opportunità di miglioramento delle performance del sistema elettrico rese possibili da Open Meter, progettato da e-distribuzione secondo le specifiche della deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico n.87/2016, che, a partire dalle prossime settimane, verrà installato in sostituzione di quelli attuali. e-distribuzione e ANCI hanno condiviso l’opportunità di identificare iniziative di comunicazione che informino puntualmente i consumatori rispetto alle fasi di installazione previste. “Come dico spesso –ha commentato Antonio Decaro, presidente Anci - noi sindaci siamo il primo presidio istituzionale della comunità, siamo quelli che godono della maggior fiducia dei cittadini. Oggi mettiamo questa fiducia al sevizio di una iniziativa bella, positiva, a tutela dell'ambiente e delle tasche dei cittadini. Il protocollo di intesa con e-distribuzione è esattamente questo: l'applicazione di un principio. L'Anci si impegna a far da garante per i cittadini che vedranno bussare alla loro porta i dipendenti di Enel per la sostituzione dei contatori con quelli elettronici di nuova generazione. E come succede, per via delle truffe spesso camuffate appunto da interventi per migliorare i servizi o rendere più convenienti le bollette, si insospettiranno. Noi sindaci li informeremo e saremo, come sempre, vicini a quei cittadini, informandoli. Faremo in modo che vi aprano le porte di casa loro.” “Siamo alla vigilia di una importante passaggio tecnologico per i consumatori – ha sottolineato Gianluigi Fioriti, Responsabile Infrastrutture e Reti Enel Italia – perché i 32 milioni di nuovi contatori ‘Open Meter’ che installeremo nelle case e nelle aziende degli italiani, rappresentano oggi la tecnologia su larga scala più innovativa al mondo, in grado di supportare la domotica per l’efficienza energetica e consentire ai venditori di proporre offerte commerciali molto più flessibili e differenziate per le varie tipologie di clientela”.