PROTEZIONE CIVILE SARDEGNA ED E-DISTRIBUZIONE: SI E’ CONCLUSO A QUARTUCCIU IL CORSO DI FORMAZIONE PER 160 VOLONTARI

Published on sabato, 22 aprile 2017

160 operatori di 80 associazioni di volontariato provenienti da tutta la Sardegna hanno concluso il primo ciclo di 5 sessioni formative sulla sicurezza di e-distribuzione per intervenire in casi di operazioni di protezione civile in prossimità delle linee e delle cabine elettriche

Quartucciu, (CA) 22 aprile 2017– Si è concluso oggi il corso di formazione per i volontari della Protezione Civile Regionale della Sardegna erogati da esperti e-distribuzione. Erano presenti il Direttore della Protezione Civile della Regione Sardegna, Graziano Nudda, il Responsabile Protezione e difesa civile di Enel, Franco Gizzi; Maria Antonietta Raimondo, responsabile del Servizio pianificazione e gestione delle emergenze e il Responsabile di e-distribuzione Sardegna Maurizio Battegazzore. Il corso previsto dal Protocollo d’Intesa siglato tra la protezione civile regionale ed Enel, è volto a rafforzare ulteriormente i rapporti di collaborazione tra le parti, per fornire risposte sempre più efficaci in caso di emergenza, lavorando in particolare sulla prevenzione del rischio, sulla formazione e il coordinamento . Tre infatti sono stati i focus: il primo dedicato alla facilitazione delle comunicazioni fra e-distribuzione e protezione civile in casi di emergenza, il secondo sul comportamento che i volontari debbono tenere in prossimità di impianti elettrici in casi di operazioni complesse e il terzo su come e-distribuzione gestisce e forma i propri tecnici ad operare in condizioni di sicurezza. Il seminario è stato diviso in una parte teorica che si è svolta in aula e una parte che si è svolta nel campo di addestramento di Quartucciu. “Al corso hanno partecipato 160 volontari appartenenti a 80 Organizzazioni di Volontariato della Sardegna e già operanti nella categoria antincendio – ha affermato Graziano Nudda, direttore regionale della Protezione civile -. La formazione ha consentito ai nostri operatori di acquisire nuove competenze, anche di autoprotezione, negli interventi di emergenza a tutela delle nostre comunità e del nostro territorio in presenza di elementi della rete elettrica”. “Le recenti situazioni emergenziali che hanno la Sardegna impongono una ulteriore riflessione sulla gestione di eventi che richiedano rapidità di risposta e immediatezza operativa. – ha commentato Maurizio Battegazzore di e-distribuzione – Il percorso di condivisione avviato con la Protezione Civile della Sardegna – si inserisce nell’ambito dell’accordo che Enel ha sottoscritto con il Dipartimento della Protezione Civile che ha sancito, ancora una volta, la centralità della tutela dei cittadini nell’azione del sistema di protezione civile”. Il Centro di Addestramento Operativo Enel di Quartucciu, vera e propria “scuola di formazione” dell’azienda elettrica, è dotato di tutti gli strumenti e le strutture per simulare l’attività dei tecnici e di chi opera in presenza di impianti elettrici: impianti di Media e Bassa tensione e linee elettriche in conduttori nudi, in cavo aereo e interrato. La struttura di 5.700 metri quadri e ospita i corsi di formazione e aggiornamento destinati ad apprendisti e dipendenti e-distribuzione al personale delle ditte esterne.