NORCIA: ENEL CONSEGNA RICONOSCIMENTI AI DIPENDENTI CHE HANNO LAVORATO PER L’EMERGENZA SISMA

Published on venerdì, 16 giugno 2017

Un ringraziamento speciale al sindaco di Norcia Nicola Alemanno, alla Regione Umbria e a tutti i soggetti che hanno collaborato nella gestione dell’emergenza.

Giornata di forte emozione organizzata a Norcia da e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica, per ringraziare i colleghi che fin dai primi momenti dell’emergenza sisma si sono adoperati per ripristinare il servizio elettrico, fondamentale per la gestione dei soccorsi.
Alla presenza del sindaco di Norcia Nicola Alemanno, dell’assessore comunale Giuseppina Perla, di Valentino Valentini in rappresentanza della presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, l’amministratore delegato di e-distribuzione Gianluigi Fioriti, il responsabile centro Italia e-distribuzione Gino Celentano, il responsabile rete elettrica Toscana e Umbria Raffaele Ruggiero e il responsabile centro Italia affari istituzionali Fabrizio Iaccarino hanno consegnato una targa di ringraziamento alle squadre operative di e-distribuzione che hanno lavorato sui luoghi del terremoto e che tuttora operano per contribuire alla ricostruzione.
Gino Celentano e Raffaele Ruggiero hanno ricordato che alcuni colleghi, la cui casa era stata gravemente danneggiata dal terremoto, hanno anteposto l’interesse collettivo alle necessità personali, mettendosi subito al lavoro per contribuire alla gestione dell’emergenza. Questi i numeri messi in campo da e-distribuzione: task force con 300 uomini complessivi, tra Enel e imprese appaltatrici, 470 allacciamenti eseguiti per un totale di 6,9 MW, 16 cabine secondarie e 80 km di linee da ricostruire tra Norcia, Cascia, Preci, Popoli, Ancarano, San Pellegrini, Savelli, Frascaro e Avendita.
“Grazie per aver organizzato questa giornata – ha detto il sindaco Alemanno – perché ci aiuta a non dimenticare quello che è accaduto e a ricordare il lavoro che insieme siamo stati capaci di fare. Abbiamo vissuto momenti terribili e di grande sofferenza, ma ce la stiamo facendo perché la tenacia del nostro popolo e la collaborazione tra tutti i soggetti ci hanno permesso di trovare la forza di ripartire. Nei giorni successivi al sisma – ha continuato il sindaco – prima di ricominciare la ricostruzione materiale, abbiamo dovuto ricostruire la convinzione di scegliere la nostra terra che in meno di 40 anni è stata colpita per tre volte dal terremoto. Per questo abbiamo dato priorità alle scuole e subito dopo al lavoro, poi siamo passati alle case e ai beni artistici. Ciò che ci ha consentito di fare tutto questo, e di proseguire oggi, sono stati tutti i soggetti che, come angeli, sono arrivati subito in soccorso, dalla Protezione Civile ai Vigili del Fuoco, dal Soccorso Alpino ai Carabinieri e alla Forestale, dall’Esercito alla Polizia e tanti altri. Tra questi, anche gli uomini Enel che in poche ore hanno ripristinato il servizio elettrico consentendo di avere energia elettrica per coordinare attività di soccorso e gestire l’emergenza. Per questo voglio dire un grande grazie a nome di tutta la nostra comunità”.
“Per noi è un dovere esserci sempre per garantire un servizio elettrico di qualità – ha detto Gianluigi Fioriti per e-distribuzione – ed è un dovere ancora più sentito esserci nelle situazioni di emergenza con spirito di servizio, professionalità e dedizione. Mi sento di dire che le nostre persone non solo hanno lavorato con grande competenza ma hanno messo passione e abnegazione, al servizio delle comunità e delle terre colpite dal terremoto. Ciò che è stato fatto è importante ed è altrettanto importante quanto ancora faremo insieme alle istituzioni e a tutte le forze in campo”. “Fin da subito – ha dichiarato Valentino Valentini per la Regione Umbria – abbiamo attivato i soccorsi e gli uomini Enel sono stati sempre presenti, facendo un lavoro importante. È stato fondamentale mettere insieme le forze presenti e operare in modo coordinato per rispondere all’emergenza ed è indispensabile proseguire oggi a lavorare con questo spirito di collaborazione”.