Digitaliani: Cisco e la rete intelligente

Pubblicato il sabato, 10 dicembre 2016

È ormai chiaro a tutti che la digitalizzazione rappresenta uno dei principali motori per la crescita dell'economia italiana, ma è necessario creare i presupposti per attivare e accelerare questo processo: questo significa l'implementazione e la creazione di infrastrutture e reti di nuova generazione legate all'Internet of Things.

Così Cisco, la multinazionale californiana specializzata nella fornitura di apparati di networking, all'inizio del 2016 ha presentato il progetto “Digitaliani”, un piano di investimenti che prevede lo stanziamento di 100 milioni di dollari nell'arco di tre anni per aiutare l'Italia nella sua trasformazione digitale.

Sono molti i campi d'azione su cui sono stati avviati progetti e collaborazioni, dalla crescita dell'ecosistema di innovazione alla formazione dei giovani, dal sostegno alla digitalizzazione delle imprese in settori economici chiave come il manifatturiero e l’agroalimentare fino allo sviluppo di opportunità per i territori attraverso il digitale.

Per attivare la crescita italiana in senso digitale Cisco si è sopratutto dedicata al tema della distribuzione, parificando la distribuzione dell'energia e del gas naturale con le tecnologie legate all'Internet Of Things, cioè collegando la rete fisica alla rete virtuale. Tutto questo si è concretizzato in un esperimento pilota che è stato attivato in Emilia Romagna: il progetto si chiama Grid4Eu e riguarda la costruzione di una vera e propria smart grid, cioè una rete elettrica intelligente, realizzato insieme a e-distribuzione nell'ambito del Piano energetico regionale. In pratica una serie di cabine di alta e bassa tensione sono state equipaggiate di un sistema di controllo e monitoraggio avanzato che comunica in tempo reale con i generatori e con i nodi rilevanti della rete elettrica grazie a una tecnologia wireless Lte di quarta generazione.

Questo sistema permette alcuni vantaggi in un'ottica di riduzione degli sprechi: la digitalizzazione delle reti elettriche (ma anche del gas) permette infatti di monitorare costantemente i picchi di domanda e dei fabbisogni nonché l'abilitazione al telecontrollo delle infrastrutture. L'operazione Grid4Eu si è concretizzata in una zona dell'Emilia Romagna, poco distante dalla centrale di Carpi, coinvolta nel progetto Futur-e. 

Innovazione e sostenibilità, ma anche efficienza: l'Internet delle cose applicato alla distribuzione dell'energia, avendo a disposizione i dati della distribuzione in real time, permette di fare anche un manutenzione predittiva, aumentando la sicurezza e riducendo i costi. Questa virtuosa alleanza tra internet ed elettricità permette di costruire le basi non solo per la digitalizzazione delle famiglie italiane ma anche per la cosiddetta Industria 4.0, il nuovo paradigma che trasformerà profondamente il modo di fare business, di produrre, di lavorare e di innovare nel settore industriale. 

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa