L’impianto elettrico che diventò centro della movida di Baltimora

Pubblicato il martedì, 18 aprile 2017

Le guide turistiche di Baltimora, nel Maryland, segnalano un quartiere in pieno centro dove si concentra la vita notturna, ma anche quella diurna: si chiama Inner Harbor, la zona del porto, che richiama i turisti perché ricco in attrazioni, negozi e panorami. E ad Inner Harbor le stesse guide indicano un complesso di tre edifici, una costruzione imponente che i visitatori si fermano ad ammirare per la magnificenza e la modernità della sua architettura.

Difficile credere che quella che oggi appare come una avveniristica costruzione in terracotta e acciaio abbia ospitato agli inizi del ‘900 un impianto per la produzione di elettricità. Eppure è proprio così: la Pratt Street Power Plant ha operato come fonte principale di elettricità per un sistema ferroviario urbano, la United Railways and Electric Company, che ha esteso il trasporto pubblico a tutta la città.  In seguito divenne impianto a vapore e fornì elettricità alla Consolidated Gas, Electric Light and Power Company, predecessore della Baltimore Gas and Electric Company, fino al 1973, quando fu smantellato.

L’edificio venne poi acquistato dal Comune di Baltimora, e col passar del tempo divenne un enorme centro multidimensionale per l’intrattenimento. Oggi include -  tra gli svariati esercizi commerciali - uno dei ristoranti più noti della città, il Phillips seafood restaurant, il planetario Hard Rock Café e la galleria d’arte contemporanea Maryland Art Place.

La riqualificazione ha risparmiato le quattro ciminiere che torreggiano da lassù– conservate in memoria del passato industriale di Baltimora e che simbolicamente oggi sorreggono la chitarra universalmente nota del “Hard Rock Cafè” – e ha esteso l’angolo est dell’Inner Harbor, trasformandolo in trait d’union tra i due lati della città. In questo modo l’area è diventata ancora più idonea a diventare il principale distretto urbano di intrattenimento.

La Pratt Street Power Plant ha quindi contribuito due volte al progresso della “Charm City”, come viene chiamata per il fascino di un ricco passato, l’indissolubile legame con il mare, e la particolare propensione per la vita mondana, culturale e sportiva. Come impianto elettrico ha dato un grande impulso alla crescita della città e del suo tessuto industriale; con il nuovo utilizzo della struttura, ha segnato l’inizio del “secondo rinascimento” di Baltimora.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa