Futur-e non va in vacanza

Pubblicato il giovedì, 27 luglio 2017

L’estate è ormai inoltrata, ma Futur-e non va in vacanza: le attività fremono e l’agenda di incontri è fitta anche per le prossime settimane, in particolare per le procedure in corso per i sei concorsi di progetto lanciati da Enel per dare nuova vita ad altrettanti siti di centrali termoelettriche.

Le procedure più avanzate sono quelle di Montalto di Castro e Rossano: concluse le valutazioni delle Commissioni Giudicatrici, composte da rappresentanti di istituzioni locali, mondo accademico ed Enel, procede ora la negoziazione con le controparti che hanno presentato i progetti ritenuti idonei per le due aree.  

Per il completamento delle negoziazioni è infatti necessario l’approfondimento di ognuno dei progetti, considerando sia gli iter autorizzativi che serviranno per realizzarli, sia l’integrazione con parte delle strutture già presenti sul sito, tenendo in debito conto le osservazioni espresse in sede di Commissione Giudicatrice dalle istituzioni rappresentanti le comunità locali. Il tutto per verificare, oltre alla solidità finanziaria dei proponenti, la reale fattibilità tecnica ed economica dei progetti, individuando anche la migliore integrazione tra le soluzioni proposte e il sito.

Per quanto riguarda Porto Tolle e Trino, sono costituite le Commissioni Giudicatrici, che si sono riunite nel mese di luglio per avviare la valutazione dei progetti pervenuti secondo criteri di innovazione, sostenibilità sociale, ambientale ed economica, oltre all’applicazione di principi di economia circolare.

Per Bastardo, completata la fase di raccolta di Manifestazione di interesse, sono in corso le verifiche della documentazione e verranno avviate le visite sul sito: un percorso che porterà poi alla presentazione di Proposte Progettuali e Offerte economiche vincolanti.

Per quanto riguarda Bari, la scadenza per la presentazione di Manifestazioni di Interesse non vincolanti, originariamente fissato per il 20 luglio 2017, è stata posticipata il 28 settembre 2017 alle ore 12. La procedura scelta per dare nuova vita alla centrale e il modello Futur-e sono stati protagonisti lo scorso 14 luglio a Bari al seminario “Riqualificazione dei siti industriali dismessi, tra rigenerazione urbana e innovazione sociale”, organizzato da Enel, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari e Confindustria Bari/BAT.

Enel sta inoltre preparando i bandi per due ulteriori concorsi di progetto, che verranno lanciati durante l’ultimo trimestre dell’anno.

Anche per la cessione del sito di Piombino, dove è in corso una procedura di vendita, Enel ha deciso di procedere ad una valutazione preventiva delle proposte progettuali dei potenziali acquirenti, con una Commissione che ha coinvolto le Istituzioni locali e che ha concluso i lavori nelle scorse settimane. La procedura si avvia alla sua fase finale, prevista tra settembre e ottobre.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa