Open Africa Power, c’è anche Futur-e

Pubblicato il venerdì, 20 aprile 2018

Futur-e si fa conoscere anche in Africa come nuovo paradigma nella transizione verso l’energia pulita. Marco Fragale, responsabile del progetto, lo ha illustrato ai 34 studenti - anche di master e dottorato - che frequentano il programma di alta formazione Open Africa Power, creato da Enel Foundation in partnership con centri accademici africani e italiani.

Il corso prevede un mix eterogeneo di insegnamenti - dall’ingegneria all’economia, dalla giurisprudenza alla computer science - necessari per formare una nuova generazione di leader africani impegnati per un futuro sostenibile per l’energia. Fragale ha messo in evidenza vari aspetti del progetto di Enel: il nuovo approccio ambientale sostenibile direttamente nel business, i principi di economia circolare sui quali si fonda, la condivisione con il territorio, il sistema di bandi pubblici e il concorso di progetti.

In un momento in cui in alcuni paesi africani, come il Kenya, hanno ancora progetti di sviluppo di centrali a combustibili fossili, la prospettiva di Futur-E ha stimolato gli studenti a confrontare lo scenario europeo di smantellamento delle centrali termiche e la diffusione massiccia delle energie rinnovabili con la transizione energetica in corso nel continente africano.

Una visione olistica delle nuove sfide presenti nel settore energetico che si inserisce perfettamente negli obiettivi del corso, contribuendo a rafforzare le competenze tecniche, giuridiche e di business necessarie per chi opera nel pubblico e nel privato.

Nella settimana iniziale, i partecipanti – che provengono da nove diversi Paesi del continente - hanno studiato la situazione del settore elettrico mondiale attraverso la lente dei Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite, grazie a esperti di Enel che, come Fragale, hanno condiviso la loro esperienza con gli studenti. Diversi i workshop in programma con la partecipazione di leader istituzionali locali, dell’industria e del settore non-profit, che hanno coinvolto gli studenti in un dialogo su questioni relative al futuro dell’energia pulita in Africa.

A giugno, gli studenti più meritevoli so recheranno in Italia per due settimane di apprendimento intensivo, nelle quali toccheranno con mano l’innovazione e la tecnologia impiegate nella produzione di elettricità negli impianti del nostro Gruppo e potranno discutere di temi energetici con personalità istituzionali e accademiche. Conoscenze che poi riporteranno nei loro Paesi e trasmetteranno a nuovi studenti più giovani, trasformando Open Africa Power in una piattaforma di formazione continua.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa