Economia Circolare, il punto a Carpi

Pubblicato il martedì, 17 luglio 2018

La riqualificazione dell’ex centrale Enel di Carpi è un vero e proprio modello di economia circolare. Un investimento all’insegna della sostenibilità, attento all’ambiente e alla qualità della vita, ma anche in linea col principio “consumo zero di suolo” e con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu. A riconoscerlo è Paola Gazzolo, Assessore all’Ambiente dell’Emilia Romagna che, il 13 luglio, è intervenuta all’incontro del gruppo di lavoro formato da Enel, Arup e Intesa Sanpaolo per raccogliere le migliori esperienze di economia circolare.

L’iniziativa si è svolta nel Comune emiliano dove si trova il nostro impianto ormai dismesso, uno dei 23 siti di Futur-e: il progetto che dà nuova vita alle ex centrali termoelettriche del Gruppo attraverso la definizione, con le realtà locali, di percorsi di riqualificazione sostenibili e improntati a criteri di economia circolare. Come ha spiegato Marco Fragale, responsabile Enel di Futur-e, presente all’incontro, il sito di Carpi sarà trasformato nel 2019 in un innovativo polo logistico, recuperando le sue strutture e riutilizzando in loco anche il materiale derivante dalle demolizioni. La progettazione, la realizzazione e le fasi di cantiere sono infatti un esempio concreto di soluzioni circolari che portano benefici alla comunità locale non solo in termini economici, ma anche sociali e ambientali.

Una sensibilità che appartiene sia a Enel sia a Carpi, per il sindaco Alberto Bellelli. La cittadina emiliana è stata premiata come “Comune Riciclone” da Legambiente - rappresentata all’incontro dal vicepresidente Edoardo Zanchini - grazie ai risultati ottenuti nella raccolta differenziata dei rifiuti urbani, oltre che per il suo costante impegno nel recupero e nel riutilizzo.

Col progetto di riqualificazione dell’impianto di Carpi, Futur-e compie un nuovo passo avanti e consolida il ruolo di Enel come promotore dell’Alleanza per l’Economia Circolare. Nel novembre 2017 abbiamo, infatti, sottoscritto il Manifesto per la diffusione di un nuovo modello di business, nonché di buone pratiche, insieme ad Intesa Sanpaolo e ad alcune delle maggiori aziende del Made in Italy. Il nostro impegno coinvolge tutte le country del Gruppo, perché l’economia circolare abbraccia tutta la Terra.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa