Un Piano Estate per la sicurezza della rete elettrica

Pubblicato il martedì, 21 giugno 2016

La stagione estiva, proprio come quella invernale, è caratterizzata da eventi meteo-climatici in grado di generare problematiche per la rete elettrica, e di conseguenza per la quotidianità dei cittadini. Per una più efficace prevenzione e gestione delle emergenze, Enel ha creato una struttura centrale specializzata che opera a stretto contatto con il Dipartimento della Protezione Civile, con le Regioni e le Prefetture, condividendo strumenti e strutture.

Un percorso iniziato con il protocollo di intesa siglato nel 2014 a L’Aquila dall’amministratore delegato Francesco Starace e dall’allora Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli, e oggi in fase di rinnovo, con la prospettiva di rafforzare ulteriormente il profilo di collaborazione. In seguito all’accordo nazionale, sono stati sottoscritti protocolli regionali con Lazio, Sardegna, Calabria, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Marche e Molise,  e altri sono in fase di definizione.

Con l’obiettivo di rispondere in maniera più rapida ed efficace alle criticità di questa stagione, Enel ha predisposto il Piano Estate, che sarà presentato nei prossimi giorni alle Regioni. “Si tratta di un vero e proprio manuale operativo di Enel Distribuzione per declinare possibili scenari di emergenza elettrica e descrivere le procedure da adottare” spiega Franco Gizzi, responsabile Enel per i rapporti con la Protezione Civile. “A seconda della criticità saremo così pronti, per esempio, ad aumentare il numero di tecnici sul territorio, chiedere supporto alle squadre delle regioni vicine, spostare gruppi elettrogeni e inviare mezzi speciali a disposizione delle unità operative”.

Nel periodo estivo, gli incendi costituiscono una delle maggiori criticità per l’ambiente e per la rete elettrica. Per far fronte a situazioni del genere, Enel e Protezione Civile collaborano anche nel campo della formazione. “Nell’ambito del primo protocollo regionale sottoscritto, quello con la Regione Lazio, abbiamo formato 400 volontari dell’Antincendio Boschivo a operare in condizioni di sicurezza presso le linee elettriche. Un’attività che è stata molto apprezzata e che replicheremo presto in altre regioni, perché è una delle più richieste nell’ambito degli accordi che stiamo sottoscrivendo” sottolinea Gizzi.

La formazione si è svolta presso il Centro di Addestramento Operativo de L’Aquila, il più moderno dei 15 centri operativi di Enel Distribuzione attivi in tutta Italia. In quello della nota località sciistica di Sestriere (Piemonte), ad esempio, è possibile imparare a effettuare interventi in quota anche in caso di nevicate.

Enel è la prima azienda di servizi ad avere organizzato una rete di azioni e comunicazioni così capillare, e intende proseguire su questa strada per assicurare ai cittadini una risposta veloce alle criticità.  A conferma dell’importanza della sinergia con le Istituzioni, la  nostra azienda è stata indicata dal Dipartimento della Protezione Civile come best practice nazionale nell’ High Level Forum on Implementing the Sendai Framework for Disaster Risk Reduction at Local Level, una conferenza delle Nazioni Unite sulla riduzione del rischio di disastro che si è di recente tenuta a Firenze.


 

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa