Zero, verso un mondo senza plastica

Pubblicato il mercoledì, 5 giugno 2019

Dal 2021 non troveremo più piatti, posate e cannucce di plastica in supermercati, bar e distributori automatici. Il nostro Gruppo ha deciso di anticipare i tempi e, a partire da oggi, Giornata mondiale dell’ambiente, lancia il progetto “Zero, verso un mondo senza plastica” per accelerare l’abbandono della plastica monouso in azienda prima del 2021.

Un processo che riguarderà inizialmente le sedi di grandi e piccole dimensioni su tutto il territorio nazionale, a partire dalle sedi di Roma, per poi coinvolgere gli impianti di produzione e terminare l’anno prossimo, estendendo l’iniziativa anche alla catena dei fornitori.

Ogni dipendente consuma in media tra i 4 e i 6 chili di plastica l’anno. Da oggi, riceverà una borraccia per sostituire le bottiglie monouso che la direttiva Ue non bandisce ma che Enel ha deciso di eliminare da bar, punti ristoro e distributori automatici.

L’obiettivo è evitare il consumo di più di 128 tonnellate di plastica l’anno, pari a 246 tonnellate di CO2, con un risparmio di acqua per 5548 metri cubi l’anno e 2,6 GWh di energia l’anno.

Secondo Legambiente, l’Italia è il primo Paese in Europa per consumo pro capite di bottiglie di plastica usa e getta e al secondo posto al mondo, dietro al Messico. La direttiva Ue non le bandisce, ma chiede di riciclarne almeno il 90% entro il 2029 con un target intermedio del 77% al 2025. Enel ha scelto di eliminarle da subito insieme con le altre plastiche monouso: un altro passo verso la sostenibilità, un segnale di responsabilità verso il nostro Pianeta.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa