In viaggio a Napoli nella storia dell’energia

Pubblicato il venerdì, 10 novembre 2017

L’energia dell’Archivio storico Enel di Napoli è pronta ad accogliere i visitatori in occasione della sedicesima edizione della Settimana della Cultura d’Impresa promossa da Confindustria, per un viaggio nella storia dell’elettrificazione italiana grazie alla mostra “L’energia fra passato e futuro”.

Nel complesso di via Ponte dei Granili 24 sono esposti sino al 24 novembre documenti, immagini e filmati che guidano i visitatori in un percorso dalla costruzione delle prime centrali idroelettriche e geotermiche di Larderello, in Toscana, sino alla nascita di Enel: un’affascinante esplorazione che illustra come sia cambiato nel tempo il linguaggio per descrivere le varie forme di energia, testimoniando lo sviluppo economico e sociale dell’Italia. 

La mostra permette anche di comprendere quali siano stati i cambi di abitudini nelle vita quotidiana delle famiglie, grazie alla graduale introduzione di nuove tecnologie alimentate dall’energia elettrica.

E’ stata inoltre allestita una sezione che racconta le prime campagne sulla sostenibilità energetica realizzate alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso da Enel. Sono le brochure originali dell’epoca a offrirne una testimonianza diretta, sviluppando il tema “Per una migliore e più economica utilizzazione dell’energia: come nasce l’energia elettrica” e mostrando gli schemi di funzionamento delle centrali idroelettriche, geotermiche ed eoliche, queste ultime rappresentate da uno degli impianti pionieristici italiani: la centrale Alta Nurra nel nord della Sardegna.

Quote di energia sempre maggiori sono state messe a disposizione del Meridione dopo la nazionalizzazione della rete elettrica, avvenuta il 6 dicembre 1962. A partire da quell’anno, Enel ha infatti realizzato l’unificazione delle strutture del Nord e del Sud Italia, portando avanti un vasto programma di costruzione di linee a 220mila volt.

Un’iniziativa speciale, dunque, che può essere arricchita anche dalla visita ad alcune cabine primarie presenti sul territorio della Campania, per scoprire nel dettaglio come nasce e si trasforma l’energia elettrica, proposta solo per i giorni della Settimana della Cultura d’Impresa. Non solo un viaggio nel tempo, dunque, ma anche nello spazio. 

L’Archivio Storico Enel è aperto al pubblico tutti i giorni, da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle 16. Sabato 11 e 18 novembre la visita è possibile dalle ore 8 alle 17, mentre  domenica 12 e 19 novembre dalle 9 alle 13. La partecipazione è gratuita, ma occorre prenotarsi inviando una mail all’indirizzo archiviostoricoenel@enel.com, oppure telefonando al numero +39 081.3674213.

 

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa