TEDxCortina, ritorno alle origini

Pubblicato il martedì, 27 agosto 2019

Divulgare idee innovative e promuovere la diffusione di una cultura sostenibile e green è l’obiettivo dell’evento organizzato con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e Fondazione Cortina 2021.

 “Siamo il primo TEDx italiano ad avere un team dedicato alla sostenibilità – ha precisato Jacopo Pertile, license manager di TEDxCortina – Costruire un evento sostenibile e fare formazione su questi temi sempre più importanti, cari non solo a Cortina ma a livello globale, è una delle nostre priorità”.

#IOrigine è stato l’hashtag promotore dell’evento ma anche il filo conduttore espresso nei diversi talk. Un unico comun denominatore, l’essere umano, responsabile di una possibile inversione di comportamenti per contrastare il cambiamento climatico e salvaguardare il Pianeta. In quest'ottica, TEDxCortina 2019 ha messo al centro le origini del territorio: il bosco. Una suggestiva installazione, “A thousand trees”, realizzata in collaborazione con gli architetti Marco Cellini, Giulia Pecol e Francesco Carraro, ha permesso ai visitatori di immergersi in un frammento di bosco alpino ricostruito al centro del paese.

Un appuntamento totalmente green e improntato sulla circolarità: plastic free, utilizzo di oggetti ricavati da materiale riciclato e biodegradabile, carta proveniente da foreste certificate e prodotti alimentari serviti durante l’evento prevalentemente a km zero.

Un approccio condiviso da Enel che ha sostenuto l’evento e, in qualità di National Partner di Fondazione Cortina 2021, è già impegnata su diversi progetti. “Recycling”, ad esempio, è la collezione di borse, pochette, beauty, sacche porta-scarpe e zainetti casual realizzata interamente con il riciclo delle affissioni, prodotte con materiale pvc e tnt, impiegate per pubblicizzare gli eventi legati alla Coppa del Mondo di sci negli ultimi anni. Questo progetto di “sustainable fashion” prevede anche la collaborazione con la Cooperativa Rio Terà dei Pensieri che offre opportunità di riabilitazione professionale ai detenuti del carcere maschile di Santa Maria Maggiore, a Venezia.

Protagonisti dei talk del TEDxCortina 2019, personalità provenienti da realtà diverse accomunati dall’impegno nella promozione della cultura della sostenibilità.

Andrea Colombo, co-fondatore di U-Start, principale investment club italiano, ha sottolineato l’importanza di puntare sull’innovazione tecnologica e sull’intuizione. Per Oscar Di Montigny, esperto di Innovative Marketing, Comunicazione Relazionale e Corporate Education, tra i nuovi driver che disegneranno il Pianeta tra il 2020 e il 2045 non ci saranno solo i flussi demografici ma anche i nostri valori e il nostro comportamento.

Portando il pubblico in un viaggio nel cosmo, Maria Alessandra Papa, fisica al Max Planck Institute for Gravitational Physics di Hannover, ha spiegato che le scoperte nell’ambito dell’astrofisica, come quella delle onde gravitazionali - già teorizzate da Albert Einstein e la cui esistenza è stata confermata nel 2016 - potrebbero in un prossimo futuro trovare applicazione nel nostro quotidiano, proprio come le tecnologie GPS, sviluppate a partire dalla teoria della relatività e oggi presenti su qualsiasi smartphone.

A ricondurre la riflessione verso l’arte dell’imparare è stato Monsignor Adrian Ruiz, Segretario del Dicastero per la Comunicazione del Vaticano, che ha insistito su come gli esseri umani debbano imparare a gestire le possibilità, anche nei semplici gesti come quello di raccogliere una bottiglietta di plastica lasciata a terra.

In chiusura, Alessandro Benetton, imprenditore e presidente di Fondazione Cortina 2021, ha sottolineato l’importanza di “avere il coraggio di uscire da ciò che conosciamo e, al di là del successo temporaneo, pensare in grande”.

Un pomeriggio di condivisione circolare, per riflettere sulle origini di ciascuno di noi e costruire un futuro migliore per tutti. Più innovativo, più pulito, e senza dubbio più sostenibile.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa