I dieci anni del MAXXI: una storia per il futuro

Pubblicato il lunedì, 17 febbraio 2020

“Costruire è molto più difficile che distruggere.” Con queste parole Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione MAXXI, ha aperto il 6 febbraio scorso la conferenza stampa di lancio della programmazione del Museo nazionale delle arti del XXI secolo per il 2020, anno del decennale, con 18 nuove mostre, focus sulla collezione e progetti artistici speciali.

La Melandri ha ringraziato il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT) e i soci fondatori della Fondazione, Regione Lazio ed Enel, sottolineando il loro ruolo essenziale per assicurare in questi anni la qualità e la quantità dell’offerta culturale del Museo. Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini ha spiegato come la costruzione del MAXXI sia stata un’intuizione lungimirante: “Non è un museo come gli altri, ma è il museo che lo Stato ha scelto di dedicare all’arte contemporanea”.

Il Direttore di Enel Italia, Carlo Tamburi, ha raccontato la preziosa esperienza di lavoro di squadra a cui il nostro Gruppo partecipa da anni con soddisfazione, come primo socio privato della Fondazione. “Ringraziamo Giovanna Melandri per la forza, la determinazione e quel senso della leadership che fa davvero la differenza e permette al MAXXI di distinguersi dagli altri musei”.

Inaugurato il 30 maggio 2010, il MAXXI rappresenta certamente una scommessa vinta. In questi dieci anni sono stati più di 3 milioni i visitatori, con quasi 13 milioni di euro di incasso complessivo, 14 allestimenti importanti della collezione, 106 mostre, 32 focus, 82 progetti speciali e oltre duemila eventi culturali.

Moltissime le novità per il 2020 che si è aperto con due importanti mostre inaugurate a fine 2019: “Gio Ponti. Amare l’architettura” (fino al 13 aprile) e “Della materia spirituale dell’arte”, di cui siamo main partner, che riflette sugli interrogativi più intimi della condizione umana, attraverso lo sguardo di 19 artisti in dialogo con una selezione di reperti archeologici provenienti dai principali musei della capitale. A chiusura della mostra, due incontri di rilievo: un talk con l'artista israeliana Michal Rovner che il 5 marzo racconterà la genesi e l’evoluzione della sua ricerca artistica e la lectio magistralis “Nel tempo della povertà” di Massimo Recalcati prevista il 7 marzo. Grazie all’iniziativa “I martedì di Enel”, il Museo e la mostra sono accessibili a prezzo ridotto fino all’8 marzo.

Nell’anno del decennale, grande spazio alla creatività italiana: si parte il 19 febbraio con la mostra REAL_ITALY, coprodotta con il MiBACT, seguita il 9 aprile da una retrospettiva dedicata al maestro Aldo Rossi con l’esposizione “L’architetto e le città”, e dalla fotografia d’autore con 200 ritratti di Giovanni Gastel in mostra dal 20 maggio. Un palinsesto culturale che sarà arricchito dall’offerta formativa con laboratori didattici e workshop durante tutto il corso dell’anno.

Uno degli eventi più attesi del 2020 sarà l’apertura del MAXXI L’Aquila, prevista per il 21 giugno, nello splendido Palazzo Ardinghelli completamente restaurato, un progetto affidato dal MiBACT al Museo di Roma e sviluppato con la partecipazione delle comunità locali, per rilanciare la città colpita dal terremoto del 2009. Anche l’arte contemporanea aiuta ad aprirsi al futuro, come ha fatto il MAXXI in questi dieci anni. Buon compleanno!

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa