Una maratona per la scienza

Pubblicato il venerdì, 19 giugno 2020

Quale giorno migliore del solstizio d’estate per salutare simbolicamente il passaggio dal prima al dopo e dare un segnale concreto di ripartenza? Sabato 20 giugno una maratona live farà da anteprima alla quindicesima edizione del National Geographic Festival delle Scienze che anche quest’anno avrà il nostro Gruppo tra i suoi partner. Una diretta di sei ore, dalle 16 alle 22, nel corso della quale si passeranno il testimone oltre 50 personaggi del mondo scientifico, culturale, economico e sportivo italiano, tra i quali Amalia Ercoli Finzi, Luca Parmitano, Vinicio Capossela, Chiara Valerio, Maria Rosaria Capobianchi, Francesco Cavalli-Sforza, Stefano Mancuso, Emma Dante, Nicola Lagioia, Filippo Tortu. Una staffetta per riflettere attorno al tema dell’evento: “Solstizio di scienza: ri-pensare il futuro”.

“In questi difficili mesi di lockdown e nell’incertezza delle modalità di offerta e di fruizioni per gli spettacoli dal vivo – spiega il direttore del Festival Vittorio Bo - abbiamo pensato con sempre maggiore attenzione ai nostri visitatori e amici, a cominciare dalle ragazze e dai ragazzi, per offrire stimoli, idee, strumenti di conoscenza verso il mondo della scienza e della cultura, in modo sempre più ricco e utile. Questo evento è il primo passo di un cammino inedito ed emozionante”.

Ricchissimo il programma dell’evento, organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, in collaborazione con Codice Edizioni: dal racconto delle evoluzioni e rivoluzioni scientifiche al viaggio nei misteri della natura, dalla scoperta dello spazio all’indagine sulle potenzialità della creatività in tutte le sue forme. La diretta streaming metterà insieme riflessione scientifica, dialoghi, letture, racconti per immagini e intermezzi musicali e poetici. Il pubblico sarà accompagnato anche alla scoperta di una serie di spazi inediti come il telescopio della Sila, luogo ideale per godere del solstizio d’estate.

La maratona, che potrà essere seguita in diretta streaming sul canale Facebook del National Geographic Festival delle Scienze, darà il via a un lungo festival diffuso – nello spazio e nel tempo – che proseguirà fino al prossimo autunno e si concluderà dal 23 al 29 novembre negli spazi dell’Auditorium Parco della Musica. Il tema scelto per questa quindicesima edizione è “Ottimismo e scienza” e affronterà temi attuali e decisivi come la salute pubblica, il riscaldamento globale, le nuove forme di energia, l’economia e il progresso sostenibili, la situazione dell’acqua, il futuro della tecnologia a basso costo, lo sviluppo delle città, la crescita e decrescita demografica. Conferenze, mostre, dialoghi e attività didattiche si alterneranno secondo la tradizione del festival, che in questi anni si è imposto come un punto di riferimento per la capacità di comunicare la scienza a un pubblico più ampio.  

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa