Dal Salone CSR, tutti i volti della sostenibilità

Pubblicato giovedì, 1 ottobre 2020

Solidarietà ai tempi del coronavirus

Filippo Rodriguez, Responsabile Sostenibilità Italia e consigliere delegato Enel Cuore

“In questi mesi siamo stati al fianco delle persone più colpite dalla pandemia sostenendo la Protezione Civile, gli ospedali, gli infermieri e le organizzazioni del Terzo Settore. Tramite la nostra Onlus, Enel Cuore, e grazie alla generosità dei nostri colleghi, abbiamo potuto garantire un aiuto concreto alle persone più fragili. Abbiamo sostenuto la didattica a distanza e ci siamo adoperati affinché i nostri territori possano ripartire ancora più forti, senza lasciare nessuno indietro, per costruire insieme un futuro migliore, più sostenibile ed inclusivo”.

Change Management e Sostenibilità: come cambia il cambiamento

Maria Luisa Marino, Responsabile People Care and Diversity Management

“La sostenibilità è il motore che muove il cambiamento, entra nella strategia, nella cultura organizzativa ed è la ragione del nostro agire quotidiano. Questo percorso di trasformazione mette al centro la persona nella sua interezza e complessità, con le sue le passioni e le sue diversità; crea un contesto inclusivo, libero dal giudizio, attento allo sviluppo e al benessere, in cui tutti contribuiscono con le loro unicità ad affrontare le sfide e gestire una complessità sempre crescente”.

Transizione energetica e Sviluppo sostenibile

Andrea Angelino, Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo Italia e Amministratore Unico Enel Logistics

“Come maggiore player energetico in Italia siamo profondamente impegnati nelle nuove sfide della transizione energetica, cogliendone non solo i rischi ma tutte le opportunità e portando avanti un modello di sviluppo equo ed equilibrato che non lasci indietro nessuno.

In quest’ottica il Gruppo ha costituito in Italia una nuova Società, Enel Logistics, per dare corso al progetto di recupero, valorizzazione e utilizzo di aree e strutture esistenti presso alcuni impianti di produzione dismessi o che sono in corso di dismissione, in base al piano di decarbonizzazione del Gruppo in accordo con il PNIEC. Questi siti verranno riconvertiti in depositi doganali per costituire dei veri e propri Hub logistici al fine di intercettare parte del flusso di merci che – pur transitando nel Mediterraneo – attualmente prosegue verso altri Paesi del Mediterraneo o del Nord Europa. Tutto ciò sarà realizzato nel pieno rispetto dei principi dell’economia circolare grazie all’estensione della vita delle aree che verranno riconvertite, ma coniugando innovazione, competitività e sostenibilità potrà portare anche benefici economici e sociali nei territori su cui insistono gli asset”. 

Comunità responsabili e smart city: come cambia la mobilità urbana

Riccardo Amoroso, Responsabile e-City Enel X

“Le nuove tecnologie stanno impattando le nostre abitudini e anche il modo in cui ci muoviamo nelle città: il trasporto pubblico elettrico permette oggi di offrire ai cittadini un servizio sostenibile, efficiente, silenzioso, economico, giocando un ruolo chiave nella transizione verso una mobilità sostenibile ed una città migliore”. 

Come finanziare gli SDGs?

Nicole Della Vedova, Responsabile Corporate Finance

“Oggi più che mai siamo chiamati a fare scelte sostenibili: in qualità di market participant è anche nostra responsabilità suggerire nuovi modelli di business sostenibili che possano essere più resilienti, più redditizi e meno rischiosi per gli anni a venire. La finanza sostenibile ha acquisito una notevole attenzione negli ultimi anni in quanto rappresenta effettivamente una leva chiave per mobilitare capitali privati ​​e pubblici verso investimenti sostenibili. L'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, quindi, non va considerata come un traguardo astratto, ma come un obiettivo concreto: con la finanza legata alla sostenibilità e la sinergia tra mercati dei capitali sostenibili e piani di ripresa, possiamo accelerare il raggiungimento di questa ambizione e uscire così dalla crisi generata dalla pandemia”.

Startup e PMI tra innovazione e sostenibilità

Ernesto Ciorra, Responsabile Innovability

“Per essere sostenibili dobbiamo continuare ad innovare, rinnovando noi stessi, come fa il corpo umano, che ogni giorno cambia milioni di cellule. Possiamo riuscirci grazie alle competenze ed alla passione dei nostri colleghi e rimanendo umili. Potremo così continuare a coinvolgere nelle nostre attività startup, università, centri di ricerca, clienti, fornitori, le comunità e le istituzioni presenti nei Paesi in cui operiamo. 

Tutti insieme possiamo innovare, essere sostenibili e migliorare Enel e la società in cui opera. Esempi di questo approccio sono la app che ci ha permesso di far dialogare colleghi e clienti sordi con i nostri contact center, sviluppata con la startup Pedius, e JuiceAbility, un device che permette di ricaricare le sedie a ruote usando le nostre infrastrutture di ricarica di auto elettriche”.

Governance e strumenti per lo Sviluppo sostenibile: l’impegno delle PMI

Alda Paola Baldi, Responsabile Procurement Italia

“Sostenibilità ed Innovazione sono al centro della nostra strategia. Riteniamo che la catena di fornitura possa essere un fattore critico di successo per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Ci aspettiamo quindi che le prestazioni dei fornitori, oltre a garantire i necessari standard qualitativi, vadano di pari passo con l’impegno di adottare le migliori pratiche in termini di diritti umani, di salute e sicurezza sul lavoro e di responsabilità ambientale sia nella fase di qualificazione che nella fase di gestione dei contratti e valutazione delle performance. Abbiamo attivato una procedura specifica per la selezione delle start up che ci permette di collaborare con le migliori startup e PMI innovative. Diamo particolare attenzione alla tutela dei lavoratori, promuovendo al contempo iniziative sostenibili tra i fornitori. Nel mese di luglio 2020 abbiamo lanciato il Supplier Development Program Enel, un programma dedicato alle PMI, volto a supportarne il percorso di crescita.

L’obiettivo è rendere più solida, performante e innovativa la nostra supply chain, promuovendo lo sviluppo sostenibile dei nostri migliori fornitori favorendone la crescita finanziaria e manageriale, l’innovazione, la sostenibilità e l’internazionalizzazione”. 

Shared Value e Generatività Sociale per un nuovo approccio al fare impresa

Maria Cristina Papetti, Responsabile CSV, Sustainability Projects&Practice Sharing

“Le imprese che sfruttano appieno le proprie potenzialità a vantaggio della società e che hanno declinato un Purpose, il perché esistono, coerente con il proprio Piano strategico possono avere un impatto straordinario per il progresso sostenibile. Le imprese oggi hanno l'opportunità di sviluppare modelli di business, sostenibili, perché rispondono a problemi globali, come ad esempio il cambiamento climatico che porta inevitabilmente con sé l’ineguaglianza sociale, interagendo in maniera più aperta e proattiva con tutti i propri stakeholder. Il Purpose Playbook è un utile strumento per aiutare le aziende a capire meglio cosa significhi avere un'organizzazione guidata da uno scopo e come mantenere la promessa di tale scopo, in quanto indirizza il cambiamento, guidandolo nei suoi processi, obiettivi, risultati, nel suo intero ecosistema per generare impatti positivi per la società, in una logica di valore condiviso”.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa