Palermo: Nasci, cresci e vivi, musical sulla cittadinanza responsabile.

Published on lunedì, 15 febbraio 2016

“NASCI CRESCI E VIVI” , il musical che ha affascinato e conquistato il pubblico palermitano che giovedì 11 febbraio alle 21:00 ha gremito il Cine Teatro Don Orione Palermo. Lo spettacolo teatrale è nato dalla collaborazione tra le Associazioni “ARCA” da sempre sensibile al recupero dei diversamente abili, in particolare dei bambini, “Quelli della Rosa Gialla” nata nel 2001 a Brancaccio, quartiere di Palermo che propone attività teatrali a sfondo educativo e “Bambini in Braille” Associazione costituita a Brescia nel 2015 con la finalità di difendere i diritti sull'integrazione scolastica dei bambini e dei ragazzi con deficit sensoriale della vista attraverso anche l'allestimento di attività teatrali come il Musical “Nasci, Cresci e Vivi”.

La rappresentazione ha voluto sensibilizzare il pubblico ad una ricerca interiore della felicità, utilizzando non solo i sensi tradizionali come strumenti per la conoscenza, ma spostando il punto di vista alle sensazioni e alla sensibilità individuale al fine di promuovere l'inclusione sociale delle persone, in particolare bambini e ragazzi, con deficit sensoriale della vista.

Per Enel che ha sostenuto concretamente l'emozionante iniziativa erano presenti il Responsabile Punti Enel Sicilia, Giacomo Calvaruso, il Responsabile Mercato Sicilia, Giovanni Delmonte e il Responsabile Mercato Macro Area Sud, Augusto Raggi che ha voluto sottolineare l'importanza dello spettacolo messo in scena: “Ringraziamo di cuore per le grandi emozioni che stasera questi fantastici ragazzi ci hanno regalato. Da parte nostra, con Il Punto Enel di Palermo insieme con Enel Cuore, abbiamo voluto sostenere concretamente e con entusiasmo Quelli della Rosa Gialla per l'importante attività socio-culturale svolta per il territorio; la nostra donazione - che ha consentito all'Associazione di allestire una propria sala di registrazione – ci piace immaginarla come un seme piantato nella speranza che questi ragazzi possano continuare a realizzarsi come artisti e soprattutto - per richiamare il titolo del musical - per crescere e vivere in maniera sana e gioiosa in questa meravigliosa città di Palermo”.