UMBERTIDE: DOMANI ALLA SCUOLA GARIBALDI SI VA “A PESCA DI SICUREZZA”

Published on martedì, 4 aprile 2017

Alle ore 17:00, presso il Salone della scuola primaria Garibaldi, si parla di sicurezza associata ai rischi elettrici nell’attività di pesca sportiva. La partecipazione è gratuita. Un’iniziativa organizzata da Enel, Aeit, Anse, Unae e Associazioni Pescatori del territorio.

Domani, mercoledì 5 aprile, alle ore 17.00, presso il Salone della scuola primaria Garibaldi, in via Bremizia 23 a Umbertide, si va “A pesca di sicurezza” grazie all’iniziativa promossa da e-distribuzione (la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica), Aeit Umbria (Associazione elettrotecnica, elettronica, automazione, informatica e telecomunicazioni), Anse Umbria (Associazione nazionale seniores Enel), Unae Umbria (Istituto di Qualificazione delle imprese di installazione di impianti elettrici) e associazioni pescatori del territorio.
Il seminario, che avrà lo slogan “Un bravo pescatore tiene sempre d’occhio la corrente”, approfondirà la questione dei rischi elettrici associati all’attività della pesca sportiva. Ai lavori interverranno il responsabile sicurezza e-distribuzione Toscana e Umbria Alberto Breschi; il responsabile e-distribuzione Zona Umbria Francesco Fattibene; il sindaco di Umbertide Marco Locchi; il dirigente scolastico dell’istituto Mario Modestini; il presidente Anse Umbria Enzo Severini; il presidente Unae Umbria Franco Micanti, Massimo Giovannoni dell’USL Umbria 1 e i responsabili locali delle associazioni pescatori. Momento centrale della giornata sarà la relazione sui “Rischi associati all’elettricità” di Agostino Cecconi Unae Umbria, a cui seguiranno l’approfondimento “Pescare in sicurezza” di Alberto Breschi e l’intervento sul “Primo soccorso” di Massimo Giovannoni.
L’evento si inserisce in un ciclo di incontri promosso da e-distribuzione in Umbria e in Toscana sui temi della sicurezza domestica, sportiva, sui cantieri e in tutti gli ambiti della società. La partecipazione è gratuita e l’incontro è aperto al pubblico. Ai partecipanti sarà consegnato un attestato.