LUNIGIANA: NUOVA LUCE AL TORRENTE BAGNONE, INAUGURATO L’IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE ARTISTICA DEL CORSO D’ACQUA

Published on mercoledì, 3 maggio 2017

“Il fiume ci dà l’acqua e noi gli diamo la luce” con questa battuta il sindaco di Bagnone Carletto Marconi ha presentato l’intervento di Enel Sole, la società del Gruppo Enel che opera nel settore dell’illuminazione pubblica e artistica, per l’illuminazione del torrente Bagnone nel tratto che attraversa il centro del paese.
L’accensione del nuovo impianto è avvenuta ieri sera alla presenza del sindaco Marconi, della giunta comunale, del tecnico di Enel Sole Francesco Rosseti, responsabile zona Toscana, Umbria e Marche, e del tecnico dell’Unione dei Comuni della Lunigiana Guido Tosi. Il nuovo sistema di illuminazione è composto da 8 proiettori a led, che impiegano la stessa potenza dei quattro fari a incandescenza del precedente impianto e garantiscono una luce molto più bella e senza impatto perché ha una colorazione che va dai 3.000 ai 4.000 gradi Kelvin, mettendo in risalto i veri colori del fiume e della natura circostante. L’impianto illuminotecnico dà luce al letto del fiume, esaltando l’acqua che scorre, le rocce e la flora, senza infastidire in alcun modo il passaggio del ponte.
Nel Comune di Bagnone Enel Sole gestisce 741 punti luce dal 2014, 650 dei quali (l’87% del totale) sono stati riqualificati con nuova tecnologia led che ha maggiore durata, bassi consumi e minore impatto ambientale. Complessivamente, negli 11 territori comunali dell’Unione dei Comuni della Lunigiana, Enel Sole gestisce 10.550 punti luce di cui 6.740 tutti stradali sono stati riqualificati a led. Entro fine giugno saranno sottoposti a riqualifica e relamping altri 1.838 punti luce per arrivare a un totale di 8.578 rinnovati. Nel 2013, prima dell’inizio della convenzione con Enel Sole, i Comuni suddetti per l’illuminazione pubblica avevano una potenza impegnata di 1.157 KW che ora è passata a 745 KW, così come i consumi sono passati da 4 milioni e 868mila kWh a 3 milioni e 192mila kWh. Oltre al risparmio energetico ed economico, dal punto di vista della sostenibilità ambientale gli interventi, che si completeranno entro giugno, consentiranno di risparmiare 737 tonnellate annue di CO2.
“Diamo luce al fiume – ha detto il sindaco Carletto Marconi –e gli diamo in un certo senso anche una vita nuova grazie alla tecnologia a led che unisce risparmio energetico, rispetto per l’ambiente e valorizzazione paesaggistica. Grazie alla professionalità di Enel Sole e dei nostri tecnici abbiamo fatto un intervento di eccellenza tecnologica e di grande pregio paesaggistico. Siamo riusciti a inaugurare il nuovo impianto per la festa di Santa Croce, che si celebra il 3 maggio e che sarà ancora più luminosa e partecipata”.