ENERGIA: INAUGURATO A CHIUSDINO IMPIANTO PILOTA COLTIVAZIONE ALGA SPIRULINA, LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Published on venerdì, 13 ottobre 2017

“Oggi – ha dichiarato Massimo Montemaggi per Enel Green Power – compiamo un altro importante passo verso la sostenibilità e l’innovazione: la geotermia è una risorsa a 360°, utile alla produzione di energia elettrica pulita e rinnovabile ma preziosa anche per i suoi usi plurimi, dal calore alla CO2 carbon free. Coltivare tutte queste peculiarità significa creare occasioni di sviluppo economico ma anche ambientale, favorire il benessere delle comunità locali ed essere sempre di più un punto di riferimento non solo per il mondo dell’energia ma anche per settori innovativi, dallo slow food alla nutraceutica. Si tratta di un risultato possibile grazie alla collaborazione con il Co.Svi.G, con l’Università degli Studi di Firenze, con le istituzioni e con il tessuto imprenditoriale e sociale dei territori geotermici, insieme ai quali vogliamo creare un vero e proprio distretto geotermico”.
"L'interesse per il progetto, da parte di CoSviG – ha sottolineato Piero Ceccarelli per Co.Svi.G. - è legato alla volontà del nostro consorzio di promuovere nuove occasioni di investimento nei territori geotermici che, pur collegate alla presenza di questa importante risorsa energetica, possano sviluppare nuove opportunità economiche ed occupazionali. Al termine della sperimentazione conosceremo le condizioni di sostenibilità tecnico-economica che renderanno la coltivazione di alga spirulina in prossimità di impianti geotermici una concreta e attraente opzione di sviluppo economico locale. CoSviG contribuirà sta avviando anche un percorso di formazione di figure che abbiano le competenze tecniche necessarie per la gestione di questo tipo di impianti e che, una volte formate, saranno disponibili anche per chi si vorrà in futuro affacciare a questo nuovo business”.
“Siamo molto soddisfatti – ha detto il sindaco di Chiusdino, Luciana Bartaletti – perché prosegue il percorso di sviluppo sostenibile che abbiamo avviato nel 2011 con l’inaugurazione della centrale geotermica di Chiusdino. Oggi arricchiamo l’offerta geotermica territoriale, perché questa risorsa non è utile soltanto per produrre energia elettrica pulita e rinnovabile ma anche per gli altri usi, a partire dal calore. Questo impianto sperimentale è una conferma importante e nei prossimi giorni partiranno anche i lavori per la costruzione dell’impianto di teleriscaldamento per il capoluogo del nostro comune”.