PERUGIA: GRANDE PARTECIPAZIONE PER LA 26° “FESTA DEL DONATORE” GRUPPO AVIS ENEL

Published on martedì, 17 ottobre 2017

L’appello della dottoressa Cristina Betti del Servizio Immunotrasfusionale dell’Ospedale di Perugia: “C’è carenza di sangue, è importante sensibilizzare e donare”.

Si è svolta a Perugia la 26° “Festa del Donatore” promossa dal Gruppo Avis Enel donatori di sangue Arca Umbria che, in collaborazione con l’Anse Umbria (Associazione Nazionale Seniores Enel), svolge un grandissimo lavoro tra i dipendenti Enel per la sensibilizzazione e il coinvolgimento nell’attività di volontariato di donazione del sangue.
L’evento è itinerante e ogni anno tocca un luogo diverso dell’Umbria: quest’anno a Perugia hanno partecipato circa 100 persone, la serata è stata preceduta da un torneo di beneficenza di calcio a 5 organizzato dai dipendenti di e-distribuzione. Alla festa serale sono intervenuti il presidente regionale Avis Umbria Andrea Marchini, la dottoressa Cristina Betti del Servizio Immunotrasfusionale dell’Ospedale di Perugia, rappresentanti del Gruppo Enel, il presidente Gruppo Avis Enel e Anse Umbria Enzo Severini, che nell’occasione ha voluto esprimere la propria gratitudine ai donatori Fabio Falucca, Marco Rosati, Sebastiano Marcacci, Matteo Giannetti e Giacomo Bonini Baldini, Roberto Gili e Leonardo Pucciarini a cui sono state consegnate pregiate ceramiche di Deruta.
E se la “Festa del donatore” è arrivata alla 26° edizione, il Gruppo Enel dei donatori di sangue vanta ormai più di 40 anni di esperienza: nato nel 1972 a Perugia con l'obiettivo di costituire una “banca del sangue” a tutela di eventuali esigenze che potevano verificarsi tra dipendenti Enel e familiari; negli anni successivi, con il moltiplicarsi delle adesioni, il Gruppo Enel donatori di sangue ha assunto una valenza sociale significativa garantendo una continuità importante di donazioni annuali. Il sostegno dell’Arca Umbria (Associazione ricreativa, culturale e sportiva del Gruppo Enel) ha permesso a questa realtà di compiere un salto di qualità, fino all’affiliazione all’Avis Umbria avvenuta nel 2004 che ha consentito di diventare un vero e proprio riferimento a livello regionale per tutti i donatori Enel.
“Siamo molto contenti – ha detto Enzo Severini – che ogni anno questa festa sia molto partecipata e che anche tra i dipendenti Enel ci sia grande sensibilità per un tema importantissimo, qual è la donazione sangue. La festa rappresenta la continuità e la coesione del Gruppo dei donatori Enel: il momento attuale di carenza di sangue richiede un'azione mirata per fare campagna promozionale e raccogliere l'adesione al Gruppo delle nuove generazioni presenti in Enel. Nelle precedenti edizioni sono stati premiati diversi donatori che si sono distinti per il numero di donazioni e anche quest’anno siamo stati lieti di consegnare questo riconoscimento a 7 colleghi”.
“In occasione dell’incontro organizzato da gruppo AVIS Enel – ha dichiarato la dottoressa Cristina Betti - si è affrontato il problema della persistente carenza di sangue che impone uno sforzo comune per raggiungere l’autosufficienza. Tutti i donatori sono invitati a donare il proprio sangue: il Sit di Perugia è aperto al pubblico dal lunedì al sabato e la terza domenica del mese con l’obiettivo di aumentare il numero delle sedute di donazione e programmare le stesse con un coordinamento fra Avis e Sit. Alla ottimizzazione fra richiesta di sangue e donazioni si aggiunge il progetto di incrementare la donazione di plasma con aferesi prenotabili quotidianamente presso il nostro centro. Sono certa – ha proseguito la dottoressa Betti – che il nostro impegno nel fornire una sempre migliore accoglienza ed un percorso della donazione ottimizzato nei tempi di attesa e flusso sarà accolto favorevolmente e porterà a un incremento delle donazioni. Ringrazio il Gruppo donatori Sangue Avis Enel e il presidente Enzo Severini perché questa opera di volontariato è fondamentale per sensibilizzare le persone e per contribuire ad aumentare il numero di donazioni.”