L’e-Mobility Revolution arriva a Genova

Pubblicato il martedì, 26 giugno 2018

Tanti auguri e cento di queste colonnine. Il 20 giugno abbiamo inaugurato a Genova la prima delle 100 infrastrutture di ricarica quick per veicoli elettrici che, entro la fine del 2018, saranno installate in città da Enel X

La cerimonia di attivazione è avvenuta nel Great Campus di Erzelli, dove si trova il più grande Parco Scientifico Tecnologico d’Italia. Inoltre, grazie alla collaborazione attiva con ALD Automotive, la nostra divisione dedicata ai servizi e prodotti digitali ha lanciato l’offerta E-go Noleggio a Lungo Termine per i dipendenti e gli ex dipendenti dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), con il quale collaboriamo dal 2016 nella ricerca di soluzioni innovative per la mobilità sostenibile. Il personale dell’IIT avrà quindi la possibilità di scegliere l’e-car preferita con tutti i servizi di gestione inclusi in un unico canone. Per la promozione del car sharing aziendale elettrico, nel 2017 era stato invece lanciato il progetto MOV-E in partnership con Enel e Nissan.

Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X presente alla cerimonia, ha osservato che “la mobilità elettrica si sta dimostrando uno strumento vincente in tutto il territorio e in particolare nei più importanti centri urbani del Paese. Siamo molto soddisfatti di presentare il protocollo d’intesa siglato con il Comune di Genova, città strategica per il nostro Piano Nazionale di installazione di infrastrutture di ricarica elettrica”.

Sono 7mila le colonnine di cui Enel X doterà l’Italia entro il 2020, e il loro numero salirà a 14mila già nel 2022. Il capoluogo ligure è la prima grande città metropolitana ad aver aderito e avviato l’installazione delle 100 infrastrutture previste, in aggiunta alla stazione di ricarica EVA+ attivata presso l’aeroporto cittadino alla fine del 2017. Le colonnine saranno posizionate in sette diverse aree: nel centro storico, nel medio Levante (Foce, Albaro, Sanmartino) e Levante (Sturla, Quarto, Quinto, Nervi), nel Medio Ponente (Erzelli, Cornigliano, S. Ponente) e Ponente (Pegli, Pra, Voltri), nonché in Val Bisagno (Marassi, Molassana, Prato) e Val Polcevera (Pontedecimo, Certosa, Bolzaneto, Rivarolo). 

Per il sindaco Marco Bucci, l’obiettivo è l’azzeramento delle emissioni inquinanti, in particolare delle polveri sottili, e del rumore dei motori termici: in questo modo Genova potrà tornare la prima città del Mediterraneo. La mobilità elettrica comporta infatti benefici ambientali, alla salute ed economici.

Grazie a Enel, la Città della Lanterna illumina il futuro dell’e-MobilityRevolution in Italia.

Scegli l'energia che fa per te

Trova la soluzione migliore per la tua casa o la tua impresa