ENEL: L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO 2014

Published on giovedì, 28 maggio 2015

Approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e deliberato un dividendo di 0,14 euro per azione.
Nominato Alfredo Antoniozzi quale Consigliere di Amministrazione ai sensi dell’art. 2386 c.c.
Approvato il Piano di incentivazione di lungo termine per il 2015 destinato al management del Gruppo Enel.
Modificata la clausola statutaria sui requisiti di onorabilità degli Amministratori.

Roma, 28 maggio 2015 – Si è riunita oggi a Roma, sotto la presidenza di Patrizia Grieco, l’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Enel S.p.A. (“Enel”).

Nella parte ordinaria è stato approvato il bilancio di esercizio di Enel al 31 dicembre 2014 e presentato il bilancio consolidato del Gruppo Enel.

Su proposta del Consiglio di Amministrazione è stato quindi deliberato un dividendo pari a 0,14 euro per azione, di cui 0,05 euro a titolo di distribuzione dell’utile dell’esercizio 2014 e 0,09 euro a titolo di parziale distribuzione della riserva disponibile denominata “utili portati a nuovo”. Tale dividendo verrà messo in pagamento, al lordo delle eventuali ritenute di legge, a decorrere dal 24 giugno 2015, previo stacco della cedola n. 23 in data 22 giugno 2015 e record date (ossia data di legittimazione al pagamento del dividendo) in data 23 giugno 2015.

L’Assemblea ha, inoltre, nominato ai sensi dell’art. 2386 c.c. quale nuovo membro del Consiglio di Amministrazione Alfredo Antoniozzi, candidato dall’Azionista Ministero dell’Economia e delle Finanze in sostituzione di Salvatore Mancuso (dimessosi dall’incarico nel mese di novembre 2014). Il profilo professionale del nuovo componente il Consiglio di Amministrazione, il quale scadrà contestualmente al Consiglio di Amministrazione attualmente in carica e che ha dichiarato di essere in possesso dei requisiti di indipendenza previsti dal Testo Unico della Finanza e dal Codice di Autodisciplina, è disponibile sul sito internet aziendale (www.enel.com).

L’Assemblea ha altresì approvato il Piano di incentivazione di lungo termine per il 2015 destinato al management di Enel e delle società da questa controllate ai sensi dell’art. 2359 cod. civ. ed ha anche espresso voto favorevole sulla sezione della Relazione sulla Remunerazione che illustra la politica adottata dalla Società per l’esercizio 2015 in materia di remunerazione degli Amministratori, del Direttore Generale e dei Dirigenti con responsabilità strategiche.

In sede straordinaria, l’Assemblea ha approvato la modifica della clausola statutaria in materia di requisiti di onorabilità e connesse cause di ineleggibilità e decadenza dei componenti il Consiglio di Amministrazione, introdotta in occasione dell’Assemblea del 22 maggio 2014. Tale modifica, proposta dal Consiglio di Amministrazione, subordina l’applicazione della clausola in questione alla pronuncia di una sentenza di condanna, anche non definitiva e, quindi, emessa all’esito quantomeno di un giudizio di primo grado. Pertanto, viene comunque conservata in tal modo in ambito Enel una disciplina dei requisiti di onorabilità degli Amministratori più rigorosa rispetto a quella applicabile nella generalità delle società con azioni quotate, per le quali il venire meno dei requisiti in questione è legato alla condanna con sentenza irrevocabile.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Mobile su Google Play       


    

Economico | maggio, 28 2015

1663860-1_PDF-1.pdf

PDF (0.19MB)DOWNLOAD