Enel: nel primo semestre 2023 in crescita EBITDA ordinario a 10,7 miliardi di euro (+29,4%) e Utile netto ordinario a 3,3 miliardi di euro (+52%)

·       Ricavi a 47.095 milioni di euro (65.630[1] milioni di euro nel primo semestre 2022, -28,2%)

-         La variazione è principalmente riconducibile alla diminuzione dei prezzi di vendita delle commodity sui mercati finali, in un contesto energetico caratterizzato da una maggiore stabilità nei prezzi rispetto al primo semestre 2022. L’impatto dei volumi di produzione risulta sostanzialmente ascrivibile al differente perimetro di consolidamento

·       EBITDA ordinario a 10.739 milioni di euro (8.298 milioni di euro nel primo semestre 2022, +29,4%)

-         L’incremento è riconducibile ai risultati del business integrato, che riflettono una normalizzazione dei margini rispetto al primo semestre 2022, unitamente al miglioramento dei risultati di Enel Grids

·       EBITDA a 9.676 milioni di euro (8.2031 milioni di euro nel primo semestre 2022, +18,0%)

·       EBIT a 6.125 milioni di euro (4.5231 milioni di euro nel primo semestre 2022, +35,4%)

-         L’incremento riflette principalmente l’andamento positivo della gestione operativa, i minori adeguamenti di valore e le minori svalutazioni crediti, che hanno più che compensato i maggiori ammortamenti rilevati nel periodo

·       Risultato netto ordinario del Gruppo a 3.279 milioni di euro (2.157[2] e [3] milioni di euro nel primo semestre 2022, +52,0%)

-         L’aumento riflette l’andamento positivo della gestione operativa ordinaria, che ha più che compensato l’incremento degli oneri finanziari netti dovuto all’aumento del debito lordo e all’evoluzione dei tassi di interesse

·       Risultato netto del Gruppo a 2.513 milioni di euro (1.692[4] milioni di euro nel primo semestre 2022, +48,5%)

·       Indebitamento finanziario netto a 62.159 milioni di euro (60.068 milioni di euro a fine 2022, +3,5%)

-         La variazione è principalmente riconducibile alla positiva evoluzione della generazione di cassa operativa compensata dal fabbisogno relativo agli investimenti del periodo, al pagamento dei dividendi e del contributo di solidarietà relativo all’esercizio precedente

·       Investimenti a 6.042 milioni di euro (5.889 milioni di euro nel primo semestre 2022, +2,6%)

-         Gli investimenti del periodo si sono concentrati in Enel Green Power per lo sviluppo della capacità rinnovabile e in Enel Grids per lo sviluppo e la resilienza delle reti di distribuzione

·       Confermata la guidance fornita ai mercati finanziari in occasione della presentazione del Piano Strategico 2023-2025

-         Nel 2023 si prevede un EBITDA ordinario compreso tra 20,4 e 21,0 miliardi di euro, un Utile netto ordinario compreso tra 6,1 e 6,3 miliardi di euro e un dividendo complessivo pari a 0,43 euro per azione; si conferma, inoltre, un livello di indebitamento finanziario netto a fine 2023 compreso tra 51 e 52 miliardi di euro

[1] I dati relativi al primo semestre 2022 sono stati rideterminati, ai soli fini comparativi, per tenere conto della classificazione nella voce “Risultato netto delle discontinued operation” dei risultati afferenti alle attività detenute in Russia (cedute nel corso del 2022), Romania e Grecia in quanto sono stati soddisfatti i requisiti previsti dal principio contabile internazionale IFRS 5 per la loro classificazione come “discontinued operation”.

[2] Per una più puntuale rappresentazione, le imposte relative alle partite ordinarie del primo semestre 2022 sono state rideterminate per tener conto del carattere non ordinario del contributo di solidarietà contabilizzato nel corso del primo semestre 2022 per complessivi 50 milioni di euro.

[3] I dati relativi al primo semestre 2022 sono stati rideterminati per tenere conto degli effetti dell’Amendment allo IAS 12, in vigore dal 1° gennaio 2023.

[4] I dati relativi al primo semestre 2022 sono stati rideterminati per tenere conto degli effetti dell’Amendment allo IAS 12, in vigore dal 1° gennaio 2023.

Enel risultati 1H 2023

PDF (0.66MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.