#SiamoEnel Architetti del benessere

#SiamoEnel
Architetti del benessere

{{item.title}}

Benessere e inclusione

Sono i presupposti per garantire armonia tra vita personale e lavorativa. Coinvolgere le persone e valorizzare le loro differenze contribuisce alla creazione di valore sostenibile, un impegno al centro del nostro welfare e alla base delle politiche delle risorse umane, che puntano ad attrarre talenti, a migliorare il clima organizzativo e l’equilibrio tra sfera lavorativa e privata.

Le chiavi di questo percorso sono ascolto e fiducia, perché solo comprendendo le esigenze delle nostre persone abbiamo potuto affrontare la sfida imposta dall’emergenza sanitaria, cambiando il modo di lavorare e inaugurando il nostro New way of working, dove il benessere diventa fattore abilitante di una leadership inclusiva.

Armonizzare vita e lavoro

La nostra idea di benessere supera la sfera privata per estendersi anche alla dimensione professionale e, in generale, alla vita delle persone. Il work-life harmony e l’inclusione non sono solo questione di organizzazione, ma anche servizi e opportunità offerte concretamente. Il lavoro agile con lo smart working, esperienza consolidata già dal 2016, rappresenta un elemento cardine: un ottimo esempio di flessibilità che consente di conciliare i tempi tra lavoro e vita privata, ma anche di confermare uno dei nostri valori, la fiducia nelle persone, che possono lavorare non in base all’orario, ma con una prospettiva ampia legata a progetti di lungo periodo.

L’Italia è stata la Country pilota di questa modalità lavorativa che, dal 2018, è stata estesa a oltre 14mila persone negli altri paesi e oggi, anche grazie all’accelerazione digitale dovuta alla pandemia, è stata adottata da più di 37mila persone nel mondo. Con l’accordo sindacale del 21 marzo 2022, è stato definito un nuovo modello che ha apportato importanti miglioramenti e benefici nella quotidianità di ognuno di noi. Cruciali per la nuova organizzazione del lavoro sono i temi della flessibilità, dell'empowerment, della disconnessione digitale e dunque dell’armonia tra vita lavorativa e vita privata. Sulla base di questo modello, che tiene conto delle nuove esigenze della persona-lavoratore, è stato definito, in via graduale, a regime un tetto massimo mensile di giornate in smart working sul totale delle giornate lavorative. Inoltre, è possibile richiedere giornate aggiuntive di smart working in relazione a particolari situazioni connesse alle persone con disabilità, a chi assiste familiari o conviventi disabili, alle colleghe in stato di gravidanza, ai genitori con figli fino a 3 anni di età e ad altre eventuali situazioni individuali straordinarie e temporanee.

{{item.title}}

L’obiettivo di armonizzare vita e lavoro ha prodotto una serie di azioni e buone pratiche grazie alle quali, nel 2016, il nostro Gruppo si è collocato, per la prima volta, al 25esimo posto nell’indice di Thomson Reuters, che prende in esame 5mila aziende internazionali e seleziona le migliori 100 a livello globale.

Nel 2022 ha confermato la sua posizione in cima alla categoria industriale “Electric Utilities & IPPs” del Refinitiv Diversity and Inclusion Index (ex Thomson Reuters), posizionandosi al 30° posto tra i Top 100 dell'indice elaborato da Refinitiv, società fornitrice di dati finanziari a livello globale. Questo indice valuta le performance di oltre 11.000 società in tema di diversità e inclusione, sulla base delle informazioni disponibili pubblicamente.

Nelle edizioni 2021, 2022 e 2023 del “Gender Equality Global Report & Ranking”, la classifica che Equileap pubblica ogni anno per monitorare l’attuazione di pratiche di parità di genere nel mondo aziendale, il nostro Gruppo è stato riconosciuto come migliore utility a livello globale, la miglior azienda italiana e ha guadagnato l’ottava posizione nella TOP 100 generale. Nel 2022, per il terzo anno consecutivo, il Gruppo è stato inserito nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI), che include 418 società leader con sede in 45 paesi, valutate e selezionate tra le quasi 11.700 società quotate in borsa valutate sulla base dell'ampiezza dell’informativa e dei risultati raggiunti dalle loro iniziative di inclusione di genere.

Il nostro impegno è stato infine riconosciuto da LIFEED, l'azienda che ha ideato il Life Based Learning, il metodo di formazione aziendale che promuove le competenze soft e che assegnato al nostro Gruppo il premio Caring Company 2022®. Un riconoscimento per le aziende che valorizzano la sinergia tra vita privata e lavoro, promuovono la diversità di ogni singola persona, contribuendo così alla crescita della comunità e a un cambiamento culturale necessario al Paese.

Attenzione e cura della persona

Stare bene è privilegiare abitudini sane, legate all’alimentazione, all’attività fisica, al riposo, alla gestione e al controllo dello stress e a come ci relazioniamo con gli altri. Alcuni comportamenti possono ridurre il rischio di malattie e ci aiutano a proteggere la nostra salute mentale, ci regalano più energia e ci consentono di lavorare meglio. Per questo, il nostro Gruppo ha sviluppato una serie di servizi mirati al benessere fisico e mentale: supporto psicologico, consulenze nutrizionali, corsi online di mindfulness, yoga, pilates e ginnastica posturale fruibili da tutti i colleghi.

Il programma Benessere 360 nasce per sensibilizzare le nostre persone sull’importanza di praticare uno stile di vita sano, orientato appunto al benessere fisico. Temi relativi a salute, alimentazione, attività fisica e posturale, sono affrontate nei diversi tutorial online. Abbiamo inoltre un servizio esclusivo, gratuito, anonimo e riservato di consulenza con un nutrizionista, esteso anche ai familiari e la possibilità di iscriversi ad un network composto da più di 4.000 palestre fisiche su tutto il territorio nazionale, fruendo di offerte dedicate sull’abbonamento.

{{item.title}}

Per il nostro Gruppo è prioritario supportare le persone nei periodi di maggiore difficoltà, sia della sfera privata sia di quella lavorativa, e offrire loro tutti gli strumenti per affrontarli al meglio e superarli. In quest’ottica da marzo 2020 è attivo il servizio di Ascolto e Benessere Psicologico gratuito, anonimo e riservato, per le nostre persone e i loro familiari che prevede la consultazione di psicologi e psicoterapeuti specializzati nella gestione di diverse problematiche, disponibile tutti i giorni dell’anno e a qualunque ora. Il nostro impegno a favore del benessere psicofisico delle persone è stato riconosciuto e premiato in occasione dei Ceo for Life Lundbeck Awards 2022.

Caring familiare e genitoriale

Promuoviamo servizi a sostegno del benessere delle nostre persone in tutte le fasi della vita, con una particolare attenzione alla genitorialità, un percorso importante in cui entrambi i genitori ridisegnano nuovi equilibri domestici e lavorativi. Attraverso il Parental Program, ci poniamo l'obiettivo di valorizzare l'esperienza genitoriale anche nel contesto organizzativo, favorendo il trasferimento in ambito lavorativo delle competenze acquisite. Il programma prevede colloqui con i propri People Partner e responsabili per affrontare sia temi lavorativi e organizzativi sia per promuovere la cultura della genitorialità in azienda e la condivisione di strumenti utili a favorire l’integrazione tra vita privata e lavorativa.

Ci facciamo promotori di una visione di genitorialità condivisa che vede la cura da parte di entrambi i genitori, consolidando il nostro impegno per l’equilibrio tra vita personale e professionale insieme alle politiche per valorizzare la diversità, attraverso l’abbattimento di ruoli socialmente predefiniti. A gennaio 2023 abbiamo firmato un accordo sindacale che amplia le misure a sostegno della genitorialità già adottate dal nostro Gruppo. Tra queste, l’ampliamento del congedo per i padri, con il riconoscimento di ulteriori 10 giorni di permesso retribuito in aggiunta al congedo obbligatorio previsto dalla legge. Proponiamo inoltre condizioni agevolate rispetto a quelle regolate dalla contrattazione nazionale, come per esempio quelle relative al congedo di maternità (retribuzione del 100% nei primi 5 mesi obbligatori rispetto all’80% previsto dalla legge), nonché al congedo parentale (retribuzione del 90% per il primo mese, del 60% per il secondo e il terzo mese, e del 45% per gli ulteriori 3 mesi cui i genitori hanno diritto, rispetto al 30% previsto dalla legge).

In coerenza con una cultura orientata all’inclusione, al rispetto delle diversità e all'attenzione per la cura dei figli, da luglio 2021 la misura che garantisce la fruizione dei congedi e permessi parentali è stata estesa al genitore non biologico o legale delle famiglie omogenitoriali unite civilmente, che oggi per legge non potrebbe beneficiarne. Si tratta di un’introduzione innovativa per il nostro Gruppo in Italia, che si inserisce nel percorso inclusivo che stiamo facendo nei confronti delle persone LGBTQI+. Inoltre, per i genitori di figli con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA), deficit dell'attenzione (ADHD), disabilità motoria, sensoriale o neurodiversità (intellettiva, spettro autistico) è stato attivato un percorso di supporto dedicato per migliorare il loro benessere familiare e sociale.

Per donne in attesa e genitori di bambini fino a tre anni è anche a disposizione la piattaforma digitale “CHILD”, che aiuta a capitalizzare la propria esperienza di vita nel contesto lavorativo attraverso il metodo di apprendimento "Life Based Learning". Questa metodologia utilizza esperienze di vita e di cura come terreno di coltura per lo sviluppo di soft skill fondamentali per l'efficacia lavorativa, quali le capacità organizzative, innovative e relazionali.

Le nostre attività di caring coinvolgono anche chi è chiamato a occuparsi di una persona anziana o non autosufficiente. Per loro è stato proposto un ciclo di incontri sul ruolo del caregiver per offrire sostegno per lo sviluppo di maggiore consapevolezza e serenità rispetto alle proprie responsabilità, integrandole in modo più armonioso con la vita professionale. L’utilizzo della propria esperienza personale per sviluppare soft skill è alla base anche del percorso online Master Care.

Il nostro progetto Ability Parent Care ha come obiettivo fornire un supporto concreto ai genitori di figli e figlie con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA), deficit dell'attenzione (ADHD), disabilità motoria, sensoriale o neurodiversità (intellettiva, spettro autistico). Attraverso una serie di gruppi di ascolto e formazione, desideriamo guidare i genitori nella scoperta di strumenti efficaci e strategie condivise da applicare per migliorare il rapporto con le persone con disabilità, affrontare eventuali sfide nel contesto familiare o sociale e ridurre potenziali sentimenti di stress, inadeguatezza e preoccupazione per il futuro. Allo stesso tempo, miriamo a promuovere il benessere globale della famiglia e a favorire l'autonomia e l'inclusione delle persone con disabilità.

Welfare e Benefit

Nel 2020 abbiamo ideato il portale MyBenefit, con l’obiettivo di consentire a ciascun collega la rapida individuazione di tutte le categorie di agevolazioni a sua disposizione. Il portale, infatti, mostra tutto ciò che offriamo alle nostre persone. Accedendo al portale è possibile usufruire di numerosi servizi a prezzi convenzionati con network di fornitori qualificati quali baby-sitting, counseling familiare, assistenza domiciliare per una momentanea o permanente difficoltà, assistenza veterinaria per prendersi cura dei propri amici a quattro zampe, parafarmacia online, manutenzione domestica, sartoria e lavanderia a domicilio.

Un altro importante servizio è legato al vantaggio economico concreto per le nostre persone offerto dalla Legge di Stabilità: con MyWelfare si ha l’opportunità di convertire quote dei premi di redditività e produttività in beni e servizi, con grandi vantaggi in termini economici e fiscali. Nel 2018, abbiamo ricevuto il “Welfare Awards”, riconoscimento assegnato alle aziende più virtuose nel campo del benessere organizzativo e che meglio riescono ad aumentare il potere d’acquisto dei propri collaboratori. In particolare, ci siamo posizionati al primo posto nella sezione “Miglior partecipazione under 30”, sezione BIG Corporate, in virtù di una percentuale di consumo vicina al 100% dei benefit del welfare aziendale da parte dei colleghi sotto tale soglia di età.

Verso una mobilità sostenibile

Abbiamo introdotto da diversi anni la figura del mobility manager, che mette in campo iniziative dedicate ai colleghi per incentivare la sostituzione dei mezzi privati a motore a favore di una mobilità green. In particolare, per andare incontro alle esigenze delle persone e alle caratteristiche dei territori in cui operiamo, nel corso degli ultimi anni abbiamo introdotto progetti per favorire: lo sviluppo della mobilità condivisa (sharing mobility) attraverso convenzioni e accordi con operatori pubblici e privati; l’acquisto di abbonamenti annuali al trasporto pubblico locale tramite una piattaforma dedicata, garantendo un contributo aziendale e condizioni di pagamento agevolate; la realizzazione e la presentazione, presso i Comuni dei territori in cui siamo presenti, dei Piani di Spostamento Casa Lavoro (PSCL) secondo la normativa nazionale in essere che permette di analizzare le abitudini di mobilità dei colleghi e valutare la loro propensione al cambiamento; l’uso della bicicletta, attraverso il bike sharing aziendale Enel Bike&Free già implementato a Bologna e Firenze, dove le condizioni infrastrutturali rendono l’uso della bicicletta agevole e sicuro.

Infine, abbiamo realizzato, a favore di tutti i colleghi, un corso di formazione on-line per la guida sicura in bicicletta e monopattino, perché la sicurezza resta per noi un valore fondamentale.

Iniziative per i giovani talenti

L’educazione di qualità è uno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu ed è uno target su cui come azienda abbiamo assunto impegni precisi. Un impegno riguarda in particolare i più piccoli, a partire dai figli delle nostre persone. Abbiamo organizzato dei workshop sull’Educazione digitale per studiare l’approccio ai social network, videogame e smartphone per meglio comprendere e gestire l’interazione dei propri figli con le nuove tecnologie digitali. È in questo spirito che promosso Ada Labs: laboratori interattivi sul coding dedicato esclusivamente ai bambini tra i 7 e i 10 anni, figli di nostri colleghi. Gli incontri della dura di un’ora e mezza puntano ad avvicinare i piccoli alle tecnologie IT e alle basi della programmazione, valorizzando gli aspetti di creatività, innovazione e sostenibilità dello studio di materie tecnico e scientifiche, abbattendo pregiudizi di genere, grazie al coinvolgimento dei ragazzi in una storia interattiva con protagonista una delle “muse STEM”, personaggi femminili fondamentali, ma per lo più sconosciuti, che hanno contribuito a creare il presente in cui viviamo. Abbiamo inoltre rilanciato “Back to School”, l’iniziativa per sensibilizzare i giovani delle scuole superiori, e in particolare le ragazze, al valore della formazione tecnico-scientifica, contrastando gli stereotipi di genere.

{{item.title}}

Contenuti Correlati