Località

Augusta (Siracusa, Sicilia)

Tipologia di impianto

Termoelettrico alimentato a olio

Estensione Area

150.000 m²

Potenza lorda impianto

210 MW

Centrale di Augusta

Avvenimenti recenti
Con la contrazione dei consumi e la minor competitività della tipologia di impianto, negli ultimi anni la produzione dell’impianto si è ridotta sensibilmente. Attualmente nessuna delle 3 sezioni termoelettriche è disponibile per la produzione. Il gruppo 2 e il gruppo 3 sono in conservazione dal 2014, mentre il gruppo 1 è fuori servizio dal 01 gennaio 2016.

Il territorio
Il passato glorioso della città è visibile anche agli occhi del visitatore contemporaneo che può scoprire ancora oggi le fortificazioni e il Castello Svevo, il centro storico sviluppato su una sorta di isola, le costruzioni di epoca medioevale, le chiese barocche e le palazzine in stile Liberty.

Il ruolo centrale del mare emerge in tanti dettagli: dall’urbanistica, alle tradizioni, alle attività che lungo i secoli hanno caratterizzato l’economia locale. Il borgo marinaro di Brucoli è una delle più interessanti attrazioni turistiche e il porto racconta il passato più antico e l’oggi della città.

Il Polo Petrolchimico di Augusta è il più grande ed importante d'Europa. Sviluppato nella seconda metà del Novecento ha contribuito alla crescita economica della città e alla sua trasformazione sia urbanistica che sociale, con il progressivo abbandono delle attività agricole.

Dagli anni Ottanta a oggi il Polo ha tuttavia sofferto la trasformazione del mercato petrolchimico aprendo un ampio dibattito sul futuro dell’intera zona che necessità di un’ampia e profonda azione di riqualificazione ambientale.