Località

Campomarino (Campobasso, Molise)

Tipologia di impianto

Turbogas

Estensione Area

65.000 m² (di cui 27.000 m² lasciati a verde)

Potenza lorda impianto

88 MW

Avvenimenti recenti
Nel corso degli anni il ruolo dell’impianto nel sistema elettrico si è ridotto sensibilmente, fino a divenire ormai marginale in uno scenario energetico profondamente cambiato. La centrale di Campomarino ha prodotto il suo ultimo chilowattora nel 2012 ed Enel ha chiesto ed ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico l'autorizzazione a porre in sicurezza e a cessare l'esercizio della centrale dal 30 gennaio 2013. Dal 2015 l’impianto è incluso nel progetto Futur-e. In un’ottica di economia circolare, alcune componenti della centrale non più utilizzate sono già state recuperate e trasferite presso altri impianti in servizio.

Il territorio
L'impianto si trova immerso in una vasta zona agricola, a circa 3 km dal mare, dagli agglomerati urbani più importanti di Campomarino e Portocannone e a maggior distanza dal complesso industriale di Termoli.

La città di Campomarino si trova tra entroterra e litorale Adriatico, con il centro storico meno di un chilometro dalle spiagge del Lido che, di recente, si è sviluppato dando impulso ad una vivace industria del turismo.

L’economia prevalentemente agricola di Campomarino si basa in particolare sulla coltivazione dell’uva, introdotta nell’antichità da romani e sanniti e oggi sviluppata in una significativa filiera viti-vinicola, ma include anche grano e cereali, olivi e frutteti (pesche, albicocche, mele) ai quali si stanno aggiungendo anche colture di angurie e meloni.