A TERLIZZI (BA) LA CABINA ELETTRICA DI E-DISTRIBUZIONE DIVENTA UN’OPERA D’ARTE

Un’opera di street art sulla Cabina elettrica di E-Distribuzione ribadisce la volontà di valorizzare il territorio. Il progetto ideato dal Comitato di Quartiere SP112 è realizzato a Terlizzi, sulla cabina in C.da Piscina Rossa, alle porte della città.

Il murales dal titolo “Alberovitae, L’energia della vita” è stato realizzato da PIN, nome d’arte dello street artist che ha voluto raffigurare l’ulivo e il carrubo, due piante secolari, che con le loro forme naturali plasmate nel tempo si incontrano proprio come le loro chiome che rivelano i volti di un uomo e una donna. Da sfondo un'area circolare color oro che simboleggia il sole, la terra e il frutto generato, energia che alimenta la vita.

La cerimonia di inaugurazione rivolta a tutta la cittadinanza hanno partecipato, Maurizio De Tullio, Presidente del Comitato di Quartiere SP112, Michelangelo De Chirico, Sindaco di Terlizzi, Nicola Piergiovanni, vice sindaco di Molfetta, Mariagrazia Labarile, responsabile dell’Unità Territoriale Bari di E-Distribuzione, ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine dei Carabinieri e Polizia Locale.

“Siamo felici di consegnare alla comunità un murales che parla del territorio – ha commentato il presidente del Comitato di Quartiere SP112, Maurizio De Tullio - un valore aggiunto che impreziosisce uno spazio urbano, colorandolo di vitalità. Grazie, dunque, a tutti coloro che si sono spesi per la realizzazione dell’opera ed in particolar a E-Distribuzione e alle Amministrazioni comunali di Terlizzi e Molfetta per aver accolto con interesse il nostro progetto”.

I valori di vicinanza, sostenibilità e innovazione passano anche attraverso la riqualificazione urbana – ha dichiarato Mariagrazia Labarile, responsabile dell’unità Territoriale Bari di E-Distribuzione tale iniziativa è ulteriore esempio di come le infrastrutture, che già svolgono un ruolo fondamentale per garantire il servizio elettrico, possono diventare anche elementi di pregio estetico integrati sempre di più nel paesaggio”.