Lucca: torna la ciclostorica Vinaria, biciclette, rinnovabili e sostenibilità in collaborazione con Enel Green Power

La manifestazione sportiva  è organizzata da G.S. Cicli Carube. Eventi collaterali il 18 e 19 agosto  al mercato di Marlia, collaborazione con Enel Green Power per la pedalata elettrica lungo la via dell’acqua delle centrali idroelettriche di Pian della Rocca, Borgo a Mozzano e Vinchiana.

Lucca, 10 agosto 2023 – Tre giorni all’insegna del buon cibo e vino, immersi nelle colline lucchesi con biciclette d’epoca, quelle che hanno contribuito a scrivere alcune delle pagine più epiche del ciclismo. Promette di toccare ogni record di partecipazione l’edizione 2023 della ciclostorica “La Vinaria” in programma dal 18 al 20 agosto, diventato un appuntamento cult per gli appassionati, non solo italiani, ma anche internazionali. Negli anni scorsi infatti, tanti partecipanti sono giunti  da Olanda, Svizzera, Gran Bretagna e Giappone. Non sono mancate le presenze di campioni del passato come Francesco Moser, Franco Bitossi, Paolo Fornaciari, Mario Cipollini, campione del mondo a Zolder 2002 molto legato a uno degli ideatori della manifestazione Roberto Lencioni, alias Carube, fondatore dell’omonimo team ciclistico riservato alle categorie giovanili.

La pedalata ciclostorica, che si ispira all’Eroica e al ciclismo classico del '900, è in programma domenica 20 agosto con partenza alle ore 8.30 dal Mercato di Marlia (dove farà anche ritorno) e attraverserà i territori di Capannori, Lucca e Porcari, mentre venerdì 18 e sabato 19 agosto, sempre al mercato di Marlia, si svolgeranno alcuni eventi collaterali, tra cui la pedalata elettrica di sabato 19 agosto lungo le vie dell’acqua tra le centrali idroelettriche di Pian della Rocca, Borgo a Mozzano e Vinchiana di Enel Green Power, sponsor dell’evento.

La partecipazione alla ciclostorica è consentita solo con biciclette d’epoca (ante 1987) con telaio in ferro o acciaio, munite di puntali con cinghiette, cambio sul tubo obliquo e fili dei freni esterni al manubrio. Anche l’abbigliamento dovrà essere consono al periodo. Tre i percorsi: per le ‘famiglie’ percorso pianeggiante di 17 km,  “Il Divino” di 48 chilometri per i ciclisti che vogliono godere dei paesaggi e degli ottimi ristori lungo il percorso, e “L’Intrepido” di 80 chilometri, per gli avventurosi che non hanno paura delle salite e vogliono vedere un panorama mozzafiato dalle colline capannoresi e visitare luoghi come la “quercia delle streghe”. Uno dei tanti ristori lungo il percorso, è presso il parco di una villa cinquecentesca “Villa La Badiola”, antica residenza dei signori Arnolfini, circondata da vigneti e uliveti, subito al di sotto della “Specola”, l’osservatorio astronomico voluto da Paolina Bonaparte.

Tra i luoghi che saranno toccati da ‘La Vinaria’, il lungo Serchio, la città di Lucca (basilica di S.Frediano, piazza Anfiteatro, via Fillungo, piazza Napoleone, le Mura), i vigneti della Maulina e della Badiola, dove verrà allestito il secondo ristoro, le colline di Matraia,  Valgiano, San Pietro a Marcigliano, Tofori, S. Gennaro, Gragnano, il Quercione di Pinocchio a San Martino in Colle, Porcari con la sua Torretta, dove ci sarà un altro ristoro, e poi Segromigno per poi tornare all’arrivo a Marlia. Tra i premi in palio il 6° Trofeo Luciano Berruti per il partecipante con la bicicletta anni ’20 più bella. Alla squadra più numerosa il 4° Trofeo Roberto Silva, (il signor Chanteclair) imprenditore, cicloamatore, amico e partner della Vinaria che aveva fatto della bicicletta uno stile di vita, mancato prematuramente pochi anni fa, e il premio al 200esimo iscritto in occasione del Bicentenario del Comune di Capannori.

“Alcuni miei amici di ritorno dall’Eroica mi proposero di allestire un evento del genere visto che il territorio, la cucina e le competenze lucchesi erano conciliabili – racconta Roberto Lencioni, direttore del G.S. Cicli Carube-. La Vinaria è nata così nel 2016, quasi per gioco, riscuotendo, edizione dopo edizione, sempre maggiori attestati di stima. La cosa che ci fa piacere è che chi viene la prima volta, torna coinvolgendo altre persone”.

Gli eventi in programma venerdì 18 e sabato 19 agosto al mercato di Marlia

Venerdì 18 agosto alle ore 14.00 è in programma l’apertura del Mercatino Vintage e della Segreteria. Alle ore 18.00 apertura stand Street Food con gli “arrosticini” della macelleria Bernardi e birra del Birrificio Bruton e inaugurazione della mostra “Le bici dei Campioni”. Alle ore 20.00 si terrà l’esibizione del gruppo musicale “Quelli del venerdì” con brani anni ‘80 e ‘90.

Sabato 19 agosto alle ore 7.00  si svolgerà il consueto Mercato Contadino. Alle ore  9.00 è prevista l’apertura del Mercatino Vintage di pezzi di ricambio per bici e della Segreteria.
Inoltre alle ore 10.00 è in programma la pedalata elettrica in collaborazione con Enel Green Power con visita delle centrali idroelettriche di Pian della Rocca, Borgo a Mozzano e Vinchiana e al termine pranzo presso la sagra Arca di Noè a Segromigno. Alle ore  15.00 si terrà il raduno di moto  e auto d’epoca, che alle 18.00 si sposterà al Parco Pandora di Segromigno in Monte. Alle ore 17.00  aprirà  l’ ‘Angolo di Roberto’ dove si potranno  consumare aperitivi, spritz e un ottimo prosecco. La manifestazione proseguirà alle ore 20.00 con la Cena dei Vinari con salumi del Benvenuti e a seguire tortelli lucchesi, maiale in porchetta, dolci e vino della Badiola.

La cena è su prenotazione (per prenotazioni  Roberto Lencioni 347 2315386).

Le iscrizioni a ‘La Vinaria’ resteranno aperte  fino al 20 Agosto 2023. Le iscrizioni in loco saranno possibili sabato 19 Agosto dalle 15.00 alle 19.00 e domenica 20 dalle 6.30 alle 8.30. La partecipazione, con o senza tessera, sarà possibile mediante iscrizione, compilando il modulo presente sul sito www.lavinaria.it ed inviandolo assieme alla ricevuta di pagamento tramite e-mail a iscrizioni@lavinaria.it, nei giorni precedenti la manifestazione.

La ciclostorica La Vinaria nasce nel 2016 da un’idea di un gruppo di cicloamatori appartenenti al G.S. Cicli Carube. Subito sposata dai sindaci di Montecarlo, Porcari e Capannori, la Vinaria prende il nome da “La Via Vinaria”, una manifestazione vinicola che vede l’apertura delle fattorie per la degustazione del vino. Inizialmente una 3 giorni di eventi con base a Montecarlo, si è poi trasformata in una 3 giorni con logistica a Capannori. La Vinaria è pensata non come gara agonistica, ma per chi vuol fondere passione, divertimento, natura e paesaggio avendo come scopo il pedalare in compagnia e il buon cibo.