Località

Livorno (Toscana)

Tipologia di impianto

Termoelettrico alimentato a olio

Estensione Area

13 ettari (9 ettari ex Centrale Termoelettrica e 4 ettari Centro di Ricerca Enel)

Potenza lorda impianto

310 MW

impianto di livorno

Avvenimenti recenti
Nel 2016 l'ex centrale termoelettrica centrale è stata proposta in vendita e disponibile per una valorizzazione che incontri le esigenze del territorio.
Nomisma opera in qualità di advisor tecnico a supporto del percorso di valorizzazione immobiliare definito. 

Il 12 marzo 2015 il Ministero dello Sviluppo Economico, a valle del parere positivo di Terna, ha accettato la richiesta inoltrata da Enel il 22 dicembre 2014 di rinunciare all’esercizio dell’impianto dichiarando indisponibili tutti i gruppi di produzione.

A giugno del 2010 è stato pubblicato il primo Decreto di Autorizzazione Integrata Ambientale con prescrizione dell’adeguamento alle migliori tecnologie. Nel febbraio del 2012 l’impianto è entrato in servizio per fronteggiare l’emergenza scaturita dalla ridotta disponibilità di gas in ambito internazionale ed è stato incluso tra quelli deputati a questo scopo anche per il 2013.

Il territorio
Livorno è città di mare e di industria con una storia millenaria alle spalle che vede i suoi albori già nel I secolo a.C. Il capoluogo toscano ha anche una lunga tradizione culturale documentata oggi da musei che raccolgono le opere e la vita di livornesi illustri come il musicista Pietro Mascagni e il poeta e critico letterario Giorgio Caproni.

Da nove anni riceve il riconoscimento della Bandiera Blu e può contare su un porto  attivo sia per il traffico passeggeri che, soprattutto, per quello merci: grazie ai suoi 11 km lineari tra banchine e pontili e ai 100 punti d'attracco può vantare diversi primati sia a livello nazionale che europeo.

Una nuova energia per il territorio

Area di sviluppo di circa 130.000 mq, sede della ex Centrale elettrica “Marzocco” di Enel, oggi proposta in vendita e disponibile per una valorizzazione che incontri le esigenze del territorio, a partire da quelle legate alla logistica funzionale allo sviluppo del sistema portuale di Livorno di cui è parte integrante. 

Il Porto di Livorno costituisce un hub di movimentazione merci e passeggeri di crescente importanza e, a seguito della riforma degli assetti portuali italiani, introdotta dal D.Lgs 169 del 4 agosto 2016, è stato identificato come sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno - Nord. La nuova normativa ha introdotto una semplificazione delle procedure amministrative che agevoleranno i percorsi di valorizzazione dell’area.  Nomisma opera in qualità di advisor tecnico a supporto del percorso di valorizzazione immobiliare definito.